Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Windows 7 - Opinioni e caratteristiche, discutiamone


  • Per cortesia connettiti per rispondere
128 risposte a questa discussione

#1 andyzan

andyzan

    Senior Member

  • Membro
  • 2281 messaggi

Inviato 21 January 2009 - 04:54 AM

Ho visto che spesso capita di finire su questo sistema operativo che stà per vedere la luce (sembra addirittura per luglio 2009), spero quindi che questa discussione possa portarci ad avere un'idea di cosa potremmo avere per le mani nonchè aumentare o diminuire le nostre speranze su un sistema operativo particolarmente maturo, senza l'ingordigia del suo predecessore



Un ringraziamento a Re Tony che mi ha dato l'idea leggendo una sua breve impressione, sulla beta che lui stesso ha provato, in un altro topic



Per chi volesse scaricare questo SO (ricordo che è in fase beta :tongue: ), riporto qui di seguito il link.

Premetto che per poterlo scaricare mi è stato chiesto se avevo un account di Windows Live, dopo pochi passaggi (per crearne uno o per accedere con uno esistente se l'avete già) si arriva così alla pagina di download; faccio notare questo perchè, una volta fatto tutto, la MS vi invia una email dove dice che anche tu, ora, puoi essere un beta tester e con W7 installato, se connessi in internet, verranno inviati tutti gli errori del SO a MS man mano che accadranno. Nonostante questo MS fornisce anche un link ufficiale di un forum appositamente dedicato dove discutere/riportare anche quelle cose che non sono necessariamente errori, come, per esempio, i driver della scheda madre che Re Tony non è riuscito ad installare :eek:



Una piccola nota: trattandosi di 2 ISO (a seconda della versione 32 o 64 bit) di DVD, MS fa installare uno stupidissimo download manager per l'occasione (capirete perchè)



Elenco il link di riferimento per arrivare al download (inutile dire che è tutto in inglese, il SO è disponibile in 4/5 lingue, ma non l'italiano)





Link di riferimento -> Download the Windows 7 Beta



Link per reperire la maggior parte dei drivers compatibili da MS Update Catalogue (richiede l'installazione di controlli ActiveX) -> http://catalog.update.microsoft.com/v7/site/home.aspx (molti non disponibili in versione per Win 7 64 bit)







Requisiti minimi di sistema richiesti:

  • Processore da 1 GHz 32-bit o 64-bit
  • 1 GB di RAM
  • 16 GB di spazio su disco libero
  • Supporto alle DirectX 9 con 128 MB di memoria (per abilitare il tema Aero)
  • DVD-R/W Drive
il download dell’immagine .ISO verrà sospeso entro il 12 febbraio. Ecco qualche altra informazione…

  • 27 Gennaio - Tra un download fallito e una sospensione del servizio, è ufficialmente disponibile l’ISO di Windows 7 sul sito di Microsoft.
  • 10 Febbraio - I download verrano sospesi. I download in corso e non ancora ultimati, però, saranno ancora disponibili.
  • 12 Febbraio - La pagina di download potrà ufficialmente considerarsi fuori servizio. Non saranno più disponibili immagini ISO, quindi, e i download in corso saranno terminati.
_________________________________________________________________________________________________________



Comincio ora fornendo alcune informazioni e caratteristiche di questo sistema operativo, precisando per dover di cronaca (ed onestà) che sono state raccolte da altre fonti, con un occhio in particolare a Wikipedia :tongue: e a Punto Informatico





Windows 7 nasce dall'idea iniziale di Windows Vista

Agli inizi dello sviluppo del predecessore di Windows 7, ovvero Windows Vista, era previsto che quest'ultimo avrebbe portato con sé una vera e propria rivoluzione nel mondo dei sistemi operativi, ma successivamente per diversi motivi molte delle funzionalità originariamente previste vennero accantonate. Sembra che tali motivi non fossero solamente legati a questioni commerciali o difficoltà tecniche, ma anche a differenti punti di vista da parte dei membri del team di sviluppo.

A metà circa dello sviluppo di Windows Vista, il team si "spezzò" sostanzialmente in due gruppi, in quanto alcuni programmatori avrebbero voluto che già tale sistema venisse sviluppato solo con tecnologia Microsoft .NET, lasciando ad un emulatore il compito di mantenere la retrocompatibilità con le vecchie applicazioni, mentre altri invece, compreso l'allora capo dello sviluppo, ritenevano che tale strategia fosse prematura e troppo rischiosa, preferendo mantenere una retrocompatibilità nativa.

A questo punto, il gruppo maggiormente "conservatore" ha poi completato lo sviluppo di Vista, mentre l'altro ha continuato lo sviluppo del progetto originale che sarebbe poi dovuto diventare appunto il futuro Windows 7.



Caratteristiche

Come il suo predecessore, l'edizione workstation Windows 7 sarà disponibile nelle versioni a 32 bit e 64 bit, mentre quella server sarà disponibile esclusivamente a 64 bit.

È molto probabile che Windows 7 verrà largamente sviluppato con tecnologia .NET e che, come comunicato nel 1999, venga abbandonata la classica "shell" con il menu "Start" (introdotta con Windows 95) in favore di una soluzione molto più agevole ed innovativa. In realtà annunci riguardo all'abbandono della classica shell in favore di nuovi tipi di interfaccia utente erano stati lanciati da Microsoft già per Windows XP prima, e Windows Vista poi, ma si sono poi rivelate fondamentalmente delle piccole revisioni estetiche e non hanno certo rivoluzionato l'interazione tra l'utente e il sistema operativo. Microsoft ha allo studio da quasi dieci anni ormai un'interfaccia interamente 3D, ma al momento non è ancora dato sapere se questi studi possano finalmente trovare uno sbocco commerciale in Windows 7.



La caratteristica veramente innovativa di Windows 7 avrebbe dovuto risiedere nella completa riscrittura dell'intero codice, sebbene le modifiche a livello architetturale sarebbero dovute rimanere minime. Le versioni precedenti infatti sono basate tutte sullo stesso kernel introdotto agli inizi degli anni '90 con Windows NT 4.0; con Windows 7 invece l'intero approccio del sistema operativo nei confronti delle applicazioni doveva cambiare radicalmente basandosi interamente sugli hypervisor e quindi sfruttando a pieno le tecnologie di virtualizzazione. A ottobre 2007 era stata presentata una prima versione del nuovo kernel, chiamata in codice MinWin, in grado di avviare il sistema utilizzando solo 25 MB di spazio disco e 40 MB di occupazione di memoria RAM. MinWin era solo la base sulla quale dovevano poi venire sviluppati i nuovi sistemi e al momento della presentazione era composto da circa 100 file contro i 5000 del cuore di Vista.

L'idea di fondo doveva prevedere un "cuore" del sistema operativo molto minimalista e probabilmente basato su un approccio a microkernel.

Era previsto inoltre che il forte orientamento alla virtualizzazione sarebbe emerso nella gestione delle applicazioni; al momento dell'installazione, esse non si sarebbero più integrate in maniera così profonda, come fanno quelle attuali, con il sistema operativo, ma sarebbero rimaste confinate all'interno di specifici "layer di astrazione", pensati come dei "tramiti" tra l'applicazione e il sistema operativo stesso. Non si tratta di un concetto completamente nuovo, esistono infatti già ora diversi programmi di virtualizzazione per Windows XP in grado proprio di virtualizzare le applicazioni (un esempio gratuito è costituito da Altiris Software Virtualization Solution); in sostanza il programma al momento dell'installazione di una nuova applicazione crea un layer dedicato, che "intercetta" tutte le chiamate al sistema, comprese la creazione di file di libreria e le nuove voci di registro, e le trasmette in maniera virtuale al sistema operativo, agendo da filtro tra esso e l'applicazione stessa. Al momento del funzionamento, tutte le chiamate da parte dell'applicazione verso componenti del sistema operativo, vengono ricevute dal software di virtualizzazione e poi ritrasmesse al kernel.

Secondo questo approccio (che rallenterebbe l'esecuzione in maniera non superiore all'1%) nel caso in cui l'applicazione dovesse produrre malfunzionamenti ed essere rimossa, sarebbe sufficiente cancellare il layer che la contiene, eliminando tutte le tracce dell'applicazione stessa nel sistema e impedendo quindi potenziali conflitti. Inoltre, dato che ogni layer è indipendente dagli altri, ogni applicazione funziona come se fosse l'unica presente sul sistema, offrendo quindi anche la possibilità di disattivare selettivamente (e temporaneamente) certi layer in modo da poter far girare versioni diverse delle stesse applicazioni, ad esempio Microsoft Office, sullo stesso sistema senza generare conflitti come accade invece nell'approccio tradizionale.

I vantaggi di queste tecnologie dovevano, nell'intenzione iniziale, essere integrati direttamente nel kernel Windows, con ovvi benefici in termini di installazione, e pulizia del sistema operativo. Tutti questi annunci avevano lasciato sperare che Windows 7 avrebbe rappresentato finalmente l'occasione di installare un sistema operativo Windows e non doverlo mai più re-installare.



A fine maggio 2008, Microsoft ha affermato che Windows 7 continuerà ad essere basato su un kernel derivato da quello di Windows Server 2008 e Windows Vista (Service Pack 1) confutando (almeno per il momento) le voci di corridoio che davano per certa la rivoluzione di questo aspetto del sistema operativo.

Sembra quindi che ancora una volta Microsoft abbia deciso di mantenere un approccio conservativo nello sviluppo del nuovo sistema operativo, continuando ulteriormente l'evoluzione di un kernel che, come accennato prima, è stato introdotto per la prima volta con Windows NT 4.0 agli inizi degli anni '90. Tra i vantaggi di tale approccio, a detta del produttore, si possono evidenziare i requisiti hardware, molto simili a quelli di Windows Vista, e la perfetta compatibilità dei driver sviluppati per Vista, con il nuovo sistema operativo, sebbene non sia ancora chiaro se il loro sviluppo potrà finalmente abbandonare la ormai abituale distinzione tra versioni a 32 bit e versioni a 64 bit, oppure verrà abbracciato anche nel mondo Windows l'approccio introdotto da Apple in Mac OS X, in cui non esiste distinzione tra le 2 versioni.

In quest'ultimo annuncio da parte di Microsoft non si è fatto più accenno allo sviluppo di MinWin (la base di quello che doveva essere il nuovo kernel rivoluzionario) che presumibilmente rimane in sviluppo, ma probabilmente rimandato a versioni successive di Windows. In effetti, lo sviluppo di un nuovo kernel è un'operazione delicata e complessa, e il poco tempo previsto per lo sviluppo di Windows 7, ha probabilmente fatto slittare il debutto di tale tecnologia; inoltre, la completa compatibilità dei driver sviluppati per Windows Vista con il nuovo sistema operativo dovrebbe, almeno nelle intenzioni di Microsoft, accontentare tutti quegli utenti che hanno criticato proprio quest'aspetto nel predecessore di Windows 7, Vista, il quale si è dimostrato discretamente ostico da configurare in presenza di hardware il cui produttore non abbia rilasciato dei driver specificatamente compatibili con il nuovo sistema operativo.



Funzionalità "touch-screen" evolute

Windows 7 sarà dotato di una interfaccia particolare pensata anche per l'uso con le dita. Queste funzioni, fino ad adesso destinate all'uso con piattaforme Tablet PC dovrebbero consentire, grazie alla creazione di PC Desktop con schermo sensibile al tocco come gli HP Touchsmart o gli Asus Eee Top, l'interazione touch screen (di tipo "multi touch") con l'utilizzo delle dita in affiancamento al mouse o, nel caso dei Tablet PC, del classico pennino, al pari di quanto possibile oggi con l'interfaccia dell'Apple iPhone. Le funzionalità saranno in parte una evoluzione della tecnologia Microsoft Surface ma comprenderanno anche "applicazioni classiche" riprogrammate per l'uso con le dita. Un esempio può essere il nuovo Windows Media Center.



Funzionalità di risparmio energetico ottimizzate

Nelle precedenti versioni del sistema operativo Windows, la gestione degli stati "sleep", ovvero quelli in cui il sistema poteva andare in stand-by per limitare il consumo energetico, avveniva tenendo costantemente sotto controllo l'attività della CPU: quando la sua occupazione scendeva sotto il 20% allora era possibile, insieme ad altri criteri, mettere in stand-by il sistema. Attraverso tale approccio dunque, se una qualsiasi applicazione occupava la CPU per più del 20%, il sistema operativo ritiene che il sistema sia "troppo occupato" per attivare lo stand-by e, di conseguenza, in molti casi reali, la modalità a basso consumo non viene attivata. Non bisogna infatti dimenticare che molto spesso antivirus, e altri programmi in background possono occupare più del 20% della CPU inibendo ogni ulteriore tentativo di ridurre i consumi.

Windows 7 dovrebbe abbandonare tale approccio in favore di un monitoraggio dell'ultimo input fornito dall'utente o eventuali richieste effettuate da applicazioni e servizi.



Avvio del sistema in soli 15 secondi

Microsoft ha dichiarato che un intero gruppo di programmatori è al lavoro sull'ottimizzazione dei tempi di avvio del nuovo sistema operativo avendo in mente l'obiettivo di consentire un avvio dell'intero sistema in soli 15 secondi. Si tratterebbe di un risultato estremamente positivo se confrontato con i 30 secondi necessari ai più veloci sistemi Windows Vista (Microsoft parla del 35% dei sistemi), e per raggiungere tale obiettivo gli sforzi sono orientati alla elevata parallelizzazione del caricamento dei driver e nella riduzione del numero di servizi attivi all'avvio del sistema.

È inoltre necessario sottolineare che Microsoft quando ha dichiarato il proprio obiettivo non ha specificato se tale tempo verrà misurato a partire dall'accensione del sistema oppure dal momento in cui il BIOS della scheda madre avrà finito il Power-on self-test (POST), ovvero tutta quella serie di test diagnostici dell'hardware effettuati dalla scheda madre prima di iniziare il caricamento del sistema operativo. Dato che al momento una scheda madre media impiega vari secondi per il solo POST, a cui vanno ad aggiungersi i tempi di caricamento del sistema stesso (che solo in rari casi sono limitati ai 30 secondi sopra citati), è presumibile che Microsoft intenda misurare i 15 secondi a partire dalla fine del POST e non dal momento dell'accensione dell'intero sistema.



Altre caratteristiche annunciate

Microsoft ha annunciato che con Windows 7 sarà possibile gestire più schede grafiche in contemporanea. Al momento se in un sistema sono presenti più schede video, esse possono essere utilizzate insieme solo attraverso tecnologie come NVidia SLI o ATI CrossFire. Con Windows 7 invece sarà possibile utilizzare in maniera indipendente ciascuna scheda video, anche di produttori diversi.

Inoltre è prevista la possibilità di effettuare un roaming senza interruzioni tra le differenti tecnologie wireless (Wi-Fi, WWAN, WiMax, etc.) e un nuovo tipo di installazione dell'intero sistema operativo che dovrebbe finalmente richiedere non più di 10 minuti e un solo riavvio del sistema.

Windows 7 includerà funzionalità per i Tablet PC migliorate rispetto a quelle presenti in Windows Vista; in particolare è stato modificato il Pannello di Input del Tablet (TIP) includendo animazioni, movimenti e strumenti per migliorare il riconoscimento calligrafico ed è stato creato il Pannello di Input Matematico, che offre la possibilità di inserire nei documenti come testo formule matematiche scritte a mano in inchiostro digitale.

A metà ottobre 2008 Steve Ballmer ha annunciato che Windows 7 sarà semplicemente una versione migliorata nella grafica e nelle performance di Windows Vista. Ha negato però che questo debba far pensare ad una minor release, soprattutto per la quantità di lavoro che sarà stata fatta nell'arco di 2 anni e mezzo.



Versioni disponibili

Come già era successo per Windows XP e per Windows Vista, anche Windows 7 sarà rilasciato in differenti versioni. Attualmente Microsoft ha confermato la presenza di almeno quattro versioni: una per utenti privati (equivalente alla versione Home Premium di Vista), una per aziende (equivalente alla versione Business di Vista) ed una specificamente pensata per i netbook ed i portatili di piccole dimensioni in generale. A queste tre versioni si affiancherà poi la versione Ultimate, che radunerà tutte le caratteristiche delle versioni minori.



Una ulteriore notizia del 16 gennaio 2009 è una delle prime promesse fatte da Microsoft in merito a Windows 7: questo sistema operativo avrebbe migliorato le performance dei dischi a stato solido (SSD). La promessa sembra mantenuta: i risultati di un test condotto dal sito TweakTown mostrano come W7 riesca ad utilizzare i dischi flash in modo più efficiente di quanto faccia Vista SP1.



TweakTown ha messo a confronto le versioni a 64 bit del nuovo e del vecchio Windows utilizzando il benchmark HD Tune Pro e due veloci SSD Patriot Warp2 da 128 GB con interfaccia SATA. In media, W7 è sempre stato dal 2% al 5% più veloce di Vista: lo scarto non è enorme, d'accordo, ma lascia ben sperare per il futuro.

A differenza di Vista, W7 è in grado di distinguere un SSD da un hard disk magnetico, abilitando automaticamente tutta una serie di ottimizzazioni. La prima è la disattivazione della funzionalità di deframmentazione, praticamente inutile con i dischi flash. La seconda è un'implementazione software degli algoritmi di wear leveling, che si occupano di distribuire il più possibile le scritture per massimizzare la durata delle singole celle di memoria.

Nello stesso giorno è stato dichiarato che la Release Candidate di W7 dovrebbe uscire ad aprile 2009, intanto la versione beta attualmente raggiunta risulta la 7016



Personalmente non l'ho ancora provato, ma vi farò sapere di più non appena mi ci sarò tuffato; nel frattempo mi piacerebbe ricevere informazioni ed impressioni da chi l'ha già provato, come Re Tony, e non per ultime le opinioni di chi non l'ha ancora testato, magari andando anche a completare il quadro di informazioni qui sopra già accennato con ulteriori conoscenze da voi apprese in questi giorni







EDIT del 23/01/2009: Aggiungo ulteriori informazioni sul Kernel ed alcune nuove caratteristiche tratte da PC Professionale di gennaio 2009



Microsoft ha comunque lavorato su vari miglioramenti, alcuni dei quali con un occhio soprattutto al futuro come la modifica nel modo di gestire i thread per riuscire a scalare bene fino a 256 CPU. Il Memory Manager è stato reso più efficiente e il prefetch migliorato. Per ottimizzare la durata della batteria il kernel di Windows 7 introduce il concetto di Core Parking: spesso le CPU hanno un carico di lavoro basso, concentrarlo su un Core mettendo il sleep gli altri ha un effetto positivo sul consumo d'energia.

A partire da XP, Windows utilizza l'autostart ritardato: avvia subito i processi indispensabili, in modo da minimizzare il tempo necessario per fornire ed ottenere un desktop utilizzabile, poi inizia a caricare gli altri; Windows 7 va un passo oltre, introducendo l'autostart condizionale: i servizi di tipo server vengono avviati solo nel momento in cui diventano necessari.

Sempre con l'obiettivo di migliorare le prestazioni, il Registry è stato impostato in un file mappato in memoria.

Un grosso lavoro è stato fatto anche sull'organizzazione del Kernel, che ora si appoggia su uno strato di base (chiamato MinWin), che occupa una trentina di megabite, dal quale MS ha eliminato tutte le dipendenze con le altre parti del Kernel.





EDIT del 30 Gennaio 2009: Informazioni sulle versioni disponibili



Chi ha avuto la possibilità di installare l'ultima beta, la 7025, ha avuto la sorpresa, ad inizio installazione, di dover scegliere quale versione installare:

Starter, Home basic, Home premium, Business od Ultimate.

Si è arrivati così ad immaginare che quando verrà rilasciato il nuovo SO, sarà nelle stesse 5 versioni già utilizzate per l'uscita di Vista (:eek:)

#2 Re tony

Re tony

    Senior Member

  • Membro
  • 2410 messaggi

Inviato 21 January 2009 - 09:20 AM

ottimo lavoro andyzan. Sinceramente le cose che nn mi vanno proprio giù sono:

1 kernel vecchio di quasi 20 anni

2 versioni diverse (32 o 64 bit)

3 compatibile con i driver di vista

4 confronti solo con vista



Mi spiego:

il kernel come hai scritto tu è degli anni 90. Da allora i sistemi operativi sono cambiati molto sia come grafica ma anche come struttura e funzionalità, mentre il kernel è stato sempre lo stesso rattoppato qua e là. Sarebbe il momento di riscriverlo da capo, perchè sicuramente con le conoscenze e le esperienze di oggi verrebbe fuori un kernel sicuramente migliore del passato e quindi un sistema operativo sicuramente migliore di tutti i predecessori.

Le versioni a 32 bit o 64 bit secondo me sono solo una perdità di tempo degli sviluppatori. Si mettessero daccordo in modo tale da produrre una sola versione e concentrarsi solo sullo sviluppo di una versione.

Mi fa ridere il fatto che sia compatibile con i driver di vista, ma forse molti nn ricordano o nn sanno che quasi nessun componenti di xp funziona in vista. Il mio è uno di questi casi. Avevo sia stampante che scanner di marche conosciute ma ovviamente un pò vecchiotte (fino a che funzionano nn le butto :)) e passando a vista nn ho trovato i driver così ho dovuto comprare una multifunzione. Io mi aspettavo una compatibilità maggiore con xp e nn con vista!

Beh molti test li fanno a confronto con vista in termini di velocità di stabilità, ma perchè nessuno li fà con xp? Vista sappiamo tutti che è uno dei peggior sistemi che microsoft poteva fare anche un windows 98 secondo me lo batte, io sarei curioso di vedere dei confronti con xp che fino a questo punto rimane uno dei migliori insieme al 98

#3 The---Jeck

The---Jeck

    Senior Member

  • Membro
  • 1506 messaggi

Inviato 21 January 2009 - 11:09 AM

M'incurioscise il discorso delle schede video...

Riscrivendo completamente un kernel si dovrebbero creare di nuov tutti i programmi, perdendo la compatibilità con i predecessori. Però sarebbe il caso di farlo.

Secondo me o mettono patch al kernel e non cambiano SO, o cambiano kernel e cambiano SO.



Mi pare comunque che era stato annunciato a suo tempo, che vista era solo l'intermedio tra xp e Vienna (win7). Quindi di per sé non è un miglioramento del kernel di vista, ma in vista è stato usato il kernel progettato per vienna.



Poi constato il disastro vista, l'hanno migliorato.

#4 Re tony

Re tony

    Senior Member

  • Membro
  • 2410 messaggi

Inviato 21 January 2009 - 11:11 AM

nn credo che riscrivendo un kernel si perdano le compatibilità basta fare attenzione a come si riscrive. Il punto positivo è proprio quello delle schede video. Chissà se poi funzionerà davvero

#5 Giabask

Giabask

    Senior Member

  • Membro
  • 2800 messaggi

Inviato 21 January 2009 - 12:30 PM

ottimo lavoro

#6 BEAR

BEAR

    Junior Member

  • Membro
  • 2615 messaggi

Inviato 21 January 2009 - 13:26 PM

Avrei da aggiungere FONTE: Wikipedia, ragazzi è una cosa importante, non dimentichiamola mai :policeman:

#7 Re tony

Re tony

    Senior Member

  • Membro
  • 2410 messaggi

Inviato 21 January 2009 - 13:35 PM

ma lo ha scritto prima del test la fonte

#8 BEAR

BEAR

    Junior Member

  • Membro
  • 2615 messaggi

Inviato 21 January 2009 - 13:53 PM

Si hai ragione, la prossima volta però scriviamola dove è sempre stata messa, ossia alla fine. ;)

#9 Re tony

Re tony

    Senior Member

  • Membro
  • 2410 messaggi

Inviato 21 January 2009 - 14:09 PM

bear tu hai provato la beta?

#10 Lotharix

Lotharix

    Senior Member

  • Membro
  • 1033 messaggi

Inviato 21 January 2009 - 14:11 PM

Bella figata la storia delle schede video e dell' avvio veloce e del poco spazio allocato..

Per il resto non so na cippa quindi non commento ;)

#11 BEAR

BEAR

    Junior Member

  • Membro
  • 2615 messaggi

Inviato 21 January 2009 - 14:28 PM

io appena posso installo questo Windows 7 su un hd e lo provo tra oggi e domani, vi farò sapere... tanto ho già tutto pronto, inclusa la nuova patch ufficiale per eliminare alcuni bug. ;)

#12 Lotharix

Lotharix

    Senior Member

  • Membro
  • 1033 messaggi

Inviato 21 January 2009 - 14:44 PM

Fantastico che ancora in beta abbia gia bisogno di patch :D

#13 BEAR

BEAR

    Junior Member

  • Membro
  • 2615 messaggi

Inviato 21 January 2009 - 14:49 PM

appunto proprio perchè è una versione BETA, ha bisogno di patch ;)

#14 Lotharix

Lotharix

    Senior Member

  • Membro
  • 1033 messaggi

Inviato 21 January 2009 - 14:50 PM

mhhh.. si hai ragione.. era un problema se aveva bisogno di patch appena uscito sul mercato in effetti.. tipo gta 4 :P

#15 andyzan

andyzan

    Senior Member

  • Membro
  • 2281 messaggi

Inviato 21 January 2009 - 14:59 PM

Si hai ragione, la prossima volta però scriviamola dove è sempre stata messa, ossia alla fine. ;)




Visto che il "discorso" era lunghetto ho preferito citarla all'inizio, in quelle righe che ero sicuro al 100% fossero lette... alcuni potevano stufarsi a leggere fino in fondo... :tongue:



Poi Wiki non è l'unica fonte dove ho preso le info, semplicemente la maggiore

#16 Vassaiolo

Vassaiolo

    Senior HD Member

  • Utente Vip
  • 6397 messaggi

Inviato 21 January 2009 - 15:11 PM

mmm...interessante...:biggrin:

#17 BEAR

BEAR

    Junior Member

  • Membro
  • 2615 messaggi

Inviato 21 January 2009 - 15:22 PM

Visto che il "discorso" era lunghetto ho preferito citarla all'inizio, in quelle righe che ero sicuro al 100% fossero lette... alcuni potevano stufarsi a leggere fino in fondo... :tongue:



Poi Wiki non è l'unica fonte dove ho preso le info, semplicemente la maggiore




Se ci sono altre fonti, vanno citate..

#18 andyzan

andyzan

    Senior Member

  • Membro
  • 2281 messaggi

Inviato 21 January 2009 - 16:27 PM

Ok, aggiornate le fonti del thread iniziale, passiamo ora a quello che ho trovato su ZDNet del 1 gennaio 2009 (traduco io, è in inglese), riguardo proprio ad una comparazione di velocità dei tre sistemi operativi a 32 bit e cioè

  • XP
  • Vista
  • Windows 7 (build 6.1.7000.0.081212-1400)
I test effettuati sono stati di 23 tipi:
  • Tempo d'installazione del sistema operativo
  • Tempo medio d'accensione fino ad avere un desktop operativo
  • Tempo medio di spegnimento
  • Spostamento di 100Mb di file immagine (jpg) da un disco fisso ad un altro
  • Spostamento di 2,5Gb di files di diverse dimensioni (da 1MB a 100MB) da un disco fisso ad un altro
  • Trasferimento via rete di 100Mb di dati (jpg) da PC a NAS
  • Trasferimento via rete di 2,5Gb di files di dimensioni diverse (da 1MB a 100MB) da PC a NAS
  • Spostamento di 100MB di dati sotto carico (100Mb di jpg spostati da un HDD ad un altro durante il ripping di un DVD a ISO
  • Spostamento di 2,5GB di dati misti (dimensioni da 1Mb a 100Mb) sotto caricoda un HDD ad un altro durante il ripping di un DVD a ISO
  • Trasferimento di 100MB di dati via rete sotto carico (da PC a NAS durante il rip di un DVD a ISO)
  • Trasferimento di 2,5GB di dati di dimensioni varie (da 1Mb a 100Mb) via rete sotto carico (da PC a NAS durante il rip di un DVD a ISO)
  • Compressione di 100MB di dati usando l'utility integrata nel SO
  • Compressione di 1Gb di dati usando l'utility integrata nel SO
  • Estrazione di 100MB di dati usando l'utility integrata nel SO
  • Estrazione di 1Gb di dati usando l'utility integrata nel SO
  • Installazione di Office 2007 - versione Ultimate, da DVD
  • Apertura di 10 pagine di Word in solo testo
  • Apertura di 100 pagine di Word, solo testo ed immagini
  • Apertura di un file Excel semplice con formattazione base
  • Apertura di un file Excel complesso, che include formule e diagrammi
  • Masterizzare il DVD Win_7_beta_ 1.ISO usando CDBurnerXP
  • Apertura di 10 pagine PDF solo testo, usando Adobe Reader 8
  • Apertura di 100 pagine PDF testo e immagini, usando Adobe Reader 8
Per il test sono stati usati due pc differenti, riportando quindi i risultati per ciascuno; i pc erano così configurati:
  • AMD Phenom 9700 2.4GHz - ATI Radeon 3850 e 4GB di RAM
  • Intel Pentium Dual Core E2200 2.2GHz - NVIDIA GeForce 8400 *ban* e 1GB RAM
Anche se non capisco perchè la scelta di tele differenza di RAM tra i due sistemi, passiamo ai risultati (il punteggio più basso è il migliore):



Immagine inserita





Immagine inserita



Come avrete notato, purtroppo, non si sono espressi con delle unità di misura precise usando semplicemente un sistema di classificazione... :confused:

#19 Re tony

Re tony

    Senior Member

  • Membro
  • 2410 messaggi

Inviato 21 January 2009 - 17:55 PM

eh questo mi desta un pò di sospetto

#20 andyzan

andyzan

    Senior Member

  • Membro
  • 2281 messaggi

Inviato 21 January 2009 - 18:43 PM

eh questo mi desta un pò di sospetto




In effetti...

Ora non riesco, appena avrò un po' di tempo approfondisco la cosa




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi