Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Windows 10 a 64 bit installa solo programmi a 32 bit


  • Per cortesia connettiti per rispondere
23 risposte a questa discussione

#21 Mickyhood

Mickyhood

    HDBLOG'S STAFF

  • Moderatore
  • 22961 messaggi

Inviato 31 August 2015 - 11:33 AM

Se "aggiorni" a Windows 10 si, se invece passi da Windows 7/8.1 a Windows 10 tramite un'installazione pulita con formattazione, no.

 

Ah ok ma teoricamente per tenerti la licenza tua, una volta che aggiorni e formatti dovrebbe tenerti il "cd-key" aggiornato nel BIOS. O sbaglio?



#22 matteventu

matteventu

    Senior HD Member

  • Utente Vip
  • 5633 messaggi
  • LocalitàReading, UK

Inviato 31 August 2015 - 22:26 PM

Sisi, se dopo aver aggiornato la licenza facendo l'aggiornamento "regolare" formatti e reinstalli da zero, legge il tuo codice del BIOS UEFI e "sa" che quel codice è stato precedentemente abilitato a Windows 10.



#23 alan0ford

alan0ford

    Peculiar User

  • Utente Vip
  • 5131 messaggi

Inviato 31 August 2015 - 22:56 PM

Io ho capito diversamente... (da quello che ho letto, s'intende, qua di certezze ce ne sono poche :) )

 

Il PK di W8 salvato nel BIOS UEFI rimane lì, rimane quello, serve solo per un'eventuale reinstallazione di W8 (ad es. dalla partizione di recovery).

 

Il PK di W10, per le macchine che hanno aggiornato gratuitamente da W7/8, non esiste (in realtà è uno "generico").

 

L'attivazione è fatta esclusivamente online sui server Microsoft a partire da un codice macchina basato su quell'hardware (si creerà un nuovo certificato di licenza e si caricherà l'ID di installazione sui server Microsoft).

 

In caso di formattazione da zero l'attivazione avviene online solo se nel frattempo non si sono cambiati "troppi componenti".

 

Tutto ciò mi "fa scopa" anche perché funziona su W7, che per i PC OEM nel BIOS non ha mai avuto il PK ma solo il certificato del costruttore.



#24 Mickyhood

Mickyhood

    HDBLOG'S STAFF

  • Moderatore
  • 22961 messaggi

Inviato 01 September 2015 - 08:43 AM

Io ho capito diversamente... (da quello che ho letto, s'intende, qua di certezze ce ne sono poche :) )

 

Il PK di W8 salvato nel BIOS UEFI rimane lì, rimane quello, serve solo per un'eventuale reinstallazione di W8 (ad es. dalla partizione di recovery).

 

Il PK di W10, per le macchine che hanno aggiornato gratuitamente da W7/8, non esiste (in realtà è uno "generico").

 

L'attivazione è fatta esclusivamente online sui server Microsoft a partire da un codice macchina basato su quell'hardware (si creerà un nuovo certificato di licenza e si caricherà l'ID di installazione sui server Microsoft).

 

In caso di formattazione da zero l'attivazione avviene online solo se nel frattempo non si sono cambiati "troppi componenti".

 

Tutto ciò mi "fa scopa" anche perché funziona su W7, che per i PC OEM nel BIOS non ha mai avuto il PK ma solo il certificato del costruttore.

 

Questo spiegherebbe il caos che finora ha assillato gli utenti a riguardo. Speriamo che Microsoft faccia o dica qualcosa a riguardo. Effettivamente se sarà così diciamo per sempre è un grosso pacco. Potrebbero aggiornare direttamente ogni singola versione OEM o quella di Win 7, 8 o 8.1 acquistate direttamente dagli utenti. In fondo gli basterebbe aggiungere i vari cd-key alle versioni del 10. 






2 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 2 visitatori, 0 utenti anonimi