Vai al contenuto


slime00

Registrazione 26 Nov 2014
OFFLINE Ultima Attività Nov 13 2018 22:37 PM
-----

#1426761 POPTEL P8

Inviato da slime00 in 29 October 2018 - 19:30 PM

Poptel-P8-768x499.jpg
 
Poche settimane fa Apple ha presentato i suoi nuovi flagship iPhone XS, XR e XS MAX: tutti smartphone che vantano display da 5,8 a 6,5 pollici a suggellare la stagione dei grandi schermi. Tutto ciò potrà sembrare normale ma, al contrario, è frustrante maneggiare tali pannelli con mani piccole.
 
Infatti, molti produttori cinesi del settore rugged non elaborano quasi mai telefoni i cui display superino i 5,5”. E tra questi c’è Poptel P8, un device con Face Unlock inserito in un pannello da 5” e una certificazione IP68. Oggi vediamo anche un video del teardown del dispositivo:
 
 
 
Poptel-P8-sales.jpg 
 
La differenza con i competitor di categoria, anche interni al produttore, è che Poptel P8 oggi ha un prezzo di vendita di soli 55,88 euro, poiché vi è applicato uno sconto del 50% direttamente sullo store ufficiale ospitato da AliExpress. Il prezzo originale di listino è infatti 93,12 euro (compresa spedizione) ma, con lo sconto applicato, P8 diventa così il rugged phone più economico di sempre.
 
Ma come si può avere P8 a 55,88 euro? Bisogna essere lesti e collegarsi allo store a una determinata ora. Poiché l’evento promozionale parte da oggi e dura fino al 4 novembre, il prezzo base viene già settato a 88 euro. Poi, ogni giorno alle 7:00 di mattina avrete la possibilità di comprarlo al 50% direttamente. Affrettatevi, però, perché lo stock è limitato a soli tre pezzi al giorno e i primi a connettersi saranno i privilegiati.
 
Il prezzo tornerà al suo valore originale di 105,50 euro dal 15 novembre.
 
I punti di forza di P8 sono: la certificazione IP68 contro acqua, polvere e urti, e uno speaker super potente da 106 dB.
 
Display: 5,0” in qHD (480×960 pixel) con touchscreen multitouch
Memorie: targate Samsung, 2GB di RAM + 16 GB di ROM LDDR3
Fotocamera: posteriore da 8 MP con LED flash, anteriore da 5 MP con LED flash
NFC & Fingerprint:  supporto totale al sistema Google Pay
Face Unlock:  sì
GLONASS/GPS: sì
OS:  Android 8.1
Batteria: da 3.750 mAh
Card Slot: una micro SIM + micro SD oppure una micro SIM + nano SIM
Colori: Nero, Verde e Giallo
Dimensioni:  152.2 x 73.3 x 16.1 mm per un peso di 231 grammi
 
Maggiori dettagli possono essere trovati sul sito ufficiale Poptel: https://www.poptelmo...OPTEL-P8-5.html



#1380495 ALLDOCUBE X

Inviato da slime00 in 11 July 2018 - 22:09 PM

1fg5mp.jpg
 
Alldocube X è un tablet Android da 10,5" decisamente sottile e caratterizzato da uno schermo AMOLED di produzione Samsung con una risoluzione di 2560x1600 pixel. Secondo i dati rilasciati dalla compagnia il pannello adottato è di elevata qualità, vantando il supporto dell'High Dynamic Range e la copertura DCI-P3. Le tecnologie adottate consentono una riproduzione ottimale sia dei neri che degli elementi luminosi nelle scente, con considerevoli vantaggi rispetto agli LCD IPS tradizionali che solitamente troviamo sui tablet Android.
 
vmqfmg.jpg
 
Il nuovo tablet implementa poi una CPU a 6 core MediaTek MT8176, supportata da 4GB di memoria RAM LPDDR3 e da uno storage di 64GB su memoria flash eMMC espandibile via microSD fino ad un massimo di 128GB. Il tablet si rivolge agli amanti della multimedialità, e oltre al video curato integra soluzioni molto interessanti anche per l'audio: troviamo ad esempio un chip Hi-Fi AKM che entra in gioco quando si inseriscono delle cuffie all'interno della porta dedicata presente.
 
Alldocube X può essere protetto mediante impronta digitale e misura 245 x 175 x 6,9 mm (quindi simile ad iPad Pro da 10.5", ad eccezione dello spessore che è un po' maggiore). Al suo interno nasconde una batteria da 8.000 mAh, che garantisce un'autonomia in stand-by di circa 72 ore, e di 5,5 ore sotto uso massiccio. Non manca il supporto alla tecnologia di ricarica rapida MediaTek PE+, con un ingresso da massimo 18W che consente di ridurre il tempo di carica fra un uso e l'altro del dispositivo con adattatori da un massimo di 12V e 1,5A.
 
28l93r.jpg
 
La batteria integrata è progettata per mantenere gran parte della sua efficienza anche dopo lunghi periodi di tempo, e dopo 1000 cicli di carica avrà un'efficienza ancora dell'85%. Insomma, il tablet Alldocube X sembra davvero promettente sul piano delle specifiche tecniche, anche se ancora non è neanche partita la campagna di crowdfunding su Indiegogo. Per saperne di più potete visitare il sito ufficiale Alldocube



#1347685 Oukitel K7

Inviato da slime00 in 03 May 2018 - 00:03 AM

Oukitel-K7-novi-18-9-full-screen-smartfo

Se c’è un settore su cui Oukitel è specializzata, certamente si tratta di quello degli smartphone con batteria immensa. Il nuovo prodotto dell’azienda cinese ne è un esimio rappresentante: ecco a voi Oukitel K7, in arrivo insieme ai suoi ben 10.000 mAh di batteria!

Si tratta di un dispositivo di fascia media che presenta un design abbastanza originale. Il display da 6 pollici è in formato 18:9 ed ha una risoluzione Full HD+ (1.080 x 2.160 pixel), con vetro curvo 2.5D. L’intera scocca è di colore nero, ma ci sono inserti in colorazione oro sia sul frame laterale in metallo che sui tasti fisici.

201852183248_1.jpg

Da non dimenticare il particolarissimo rivestimento della scocca posteriore, realizzato in vera pelle di vitello australiano. Qui trovano posto le due fotocamere ed il flash Dual LED, oltre al lettore per le impronte digitali subito sotto. La società ha cercato di ridurre al minimo lo spessore, anche se non possiamo dire che K7 sia una sottiletta.



Per quanto riguarda l’hardware ci sono poche informazioni: oltre alla già citata batteria bella capiente, ci sono 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna, ma non si conosce ancora il SoC.

L’arrivo del nuovo Oukitel K7 è previsto per fine maggio o inizio giugno. Non sono state rilasciate conferme sul prezzo di listino, anche se si dovrebbe trattare di una cifra non troppo alta, in linea con gli altri modelli simili dell’azienda cinese.

Maggiori informazioni presto sul sito ufficiale OUKITEL Smartphone




#1315307 OUKITEL K6

Inviato da slime00 in 05 March 2018 - 22:40 PM

Oukitel K6, Helio P23 e gran batteria = miglior battery phone!-  Recensione

 

 

Presentazione, Costruzione

 

14ac3h3.jpg
 

Il dispositivo si presenta all'interno di una confezione di cartone di colore nero, con base superiore  che si inserisce ad incastro su quella inferiore.

All'interno della confezione,  oltre al dispositivo, presenti il caricabatteria da 5V/3A, il cavo USB Type C, una back cover in silicone trasparente, un clip per l’estrazione del carrellino della sim, l’adattatore jack audio da 3.5mm, oltre ad un manuale d’uso essenziale e la garanzia.

 

L’Oukitel K6 ha dimensioni di 76.3 x 158.7mm, con uno spessore di 10.4 mm, per un peso finale complessivo di 211 grammi, non pochi.

 

Nella parte frontale, non sono presenti i tasti a sfioramento (sono a schermo), ma ci sono le due fotocamere frontali da 8mpx, il flash led, la capsula auricolare, i sensori di prossimità e luminosità, il led di notifica. Nella parte posteriore si trova la doppia fotocamera da 13mpx con doppio flash led e il lettore di impronte digitali, nella parte inferiore troviamo la porta Type C e l'altoparlante, parte superiore pulita, sul lato sinistro c'è il carrellino per l’inserimento della sim, sul lato destro i tasti volume e power. La parte posteriore non removibile è in policarbonato.

 

Lo schermo è un'unità IPS da 6 pollici con vetro 2.5D in formato 18:9 con risoluzione FullHD+ che registra  sino a 5 punti touch contemporaneamente. E' un'ottima unità, caratterizzata da alta luminosità, buona definizione e buon angolo di visuale. I colori sono leggermente tendenti ai colori freddi ma risultano nel complesso piacevoli alla vista, tuttavia troverete l’ormai diffusissima funzione di taratura dei colori Miravision se voleste modificare qualcosa. Il touch è abbastanza preciso, ha una buona risposta ai comandi e non perde tocchi durante la digitazione veloce di messaggi o pinch-in/out.

 

Il grip, causa spessore, peso e materiali, non è il massimo, lo smartphone si sente parecchio in mano. Tuttavia, lo schermo in formato 18:9 lo rende più stretto e quindi più facile da usare con una mano rispetto ad un pari pollici in 16:9. La costruzione è buona, con un frame in metallo molto solido che contorna il telefono, mentre il retro in policarbonato non da un senso particolarmente cheap al dispositivo, pur essendo lontano dall’appeal delle ultime uscite del marchio in vetro e in metallo.

 

 

Software

 

16hki8j.jpg
 

K6 arriva con Android 7.1.1 Nougat.

E' la classica ROM quasi stock vista su quasi tutti gli Oukitel recenti, che tuttavia il produttore ha sapientemente arricchito in alcune impostazioni. Il launcher presenta l'app drawer.

 

Le aggiunte del produttore riguardano principalmente la modalità split screen (per visualizzare contemporaneamente due app sul display), le gestures a schermo spento, la modalità d'uso ad una mano (che rimpicciolisce lo schermo per un uso più agevole e le gestures collegate ai sensori di prossimità ed impronte, come  sfogliare la galleria, riprodurre/fermare musica o video, rispondere o chiudere le chiamate e così via). C'è anche una modalità Whitelist che permette di scegliere le app che si desidera tenere in memoria in caso di pulizia delle stesse.

 

Presente anche un System Manager, che permette di gestire opzioni avanzate di risparmio energetico, di pulizia dei file inutili, di protezione delle app tramite pin, di scelta delle app che possono auto-avviarsi e altre opzioni.

 

Il lettore di impronte digitali è abbastanza preciso e rapido, nessun problema di utilizzo. Presente anche il Face ID che funziona discretamente bene, ma essendo un’implementazione software è sbloccabile anche utilizzando delle foto, quindi da evitare.

 

La radio FM è inclusa, necessiterete delle cuffie auricolari per utilizzarla. Presente anche la bussola, anche se non con relativa app.

 

Presente buona parte della suite di app google. Inserito anche un contapassi e un lettore di codice QR.

 

Il sistema è sempre fluido e non ho riscontrato crash o blocchi, segno di una buona ottimizzazione del produttore, costante del marchio ormai. 

 

 

 

Multimedia

 

L’altoparlante di sistema ha una discreta potenza in uscita ed una discreta qualità della riproduzione sonora, come al solito un po' carente di bassi. La capsula audio frontale ha un buon volume, la qualità è buona e riproduce bene la voce dell’interlocutore. Il microfono fornisce un suono pulito a chi ci ascolta.

 

La fotocamera posteriore monta un sensore Samsung S5K3P3 da 16MP (interpolato a 21MP) con una seconda camera per l'effetto bokeh.  Il comparto fornisce scatti adeguati di giorno, con buon bilanciamento del bianco e fedeltà dei colori, spesso grandi problemi di moltissimi dispositivi Mediatek. Ciò che manca è un pizzico di nitidezza quando si zooma l''immagine e la presenza di un po’ di rumore, ma nel complesso è una fotocamera che si difende bene, soprattutto con buona luce. La sera ovviamente subentra maggior rumore, anche se il doppio flash è potente ed aiuta. Si applica lo stesso discorso per i video, registrabili fino alla risoluzione FHD a 30fps. Non presente invece la stabilizzazione ottica, dovrete quindi avere mano ferma.

 

http://i65.tinypic.com/15gs6j4.jpg

 

http://i68.tinypic.com/ort169.jpg

 

http://i63.tinypic.com/200e8vt.jpg

 

http://i63.tinypic.com/rwqnms.jpg

 

http://i67.tinypic.com/igytdh.jpg

 

La fotocamera frontale monta un sensore 8MP Hynix Hi-846 interpolato a 13MP, che non è nulla di eccezionale: Discreti scatti di giorno, di sera parecchio rumorosi, se non si ha mano ferma sarà difficile non ottenere scatti sfocati. Tuttavia è presente un Flash Led, che da una mano nelle situazioni più critiche di luminosità.

 

 

Benchmark e performance

 

148doa9.jpg
 

Il dispositivo monta il nuovo SoC Mediatek Helio P23 con frequenza massima di clock di 2.3Ghz.  Octacore a 64bit di nuova generazione, introduce prestazioni decisamente migliori e con minor consumo energetico rispetto al 6750T al quale il produttore ci aveva abituato.  Ha un comparto grafico nettamente migliore rispetto alla precedente generazione grazie alla GPU più moderna, il sistema gira sempre fluido ed è impossibile metterlo alla corda nell'uso quotidiano, i 6GB di RAM riescono a garantire un multitasking estremo, permettendo di tenere aperte diverse app, anche impegnative.

 

Molto bene il browsing (ancor più con chrome) e le performance generali di sistema, nessun problema con la riproduzione video in FullHD. Lo spazio di archiviazione è buono: 64GB (52 disponibili al netto del sistema e le app) espandibili permettono un’ottima versatilità.

 

Anche nel gaming siamo un passo avanti rispetto agli MT6750T, collocandoci nella fascia medio-alta: Real Racing 3 gira al massimo in modo fluido, con impercettibili cali di frame solo nelle situazioni più frenetiche. In generale, sarà possibile giocare a quasi tutti i titoli del playstore senza problemi, forse gli ultimissimi titoli possono spingere la gpu al limite, ma per quelli vi servirebbe un top di gamma in ogni caso.

 

 

 

Sensori/connettività

 

2zfidy0.jpg
 

questi i sensori rilevati sul dispositivo.  Giroscopio e Bussola presenti, per la prima volta su un Oukitel è presente l’NFC.

Ho provato il GPS per il mio solito tragitto di lavoro con Sygic, Supporta GPS e GLONASS, non si è sganciato durante il tragitto quotidiano di circa un'ora. Primo fix fulmineo, ottima la presenza della bussola che da maggior precisione. Ho incluso uno screen di un fix effettuato dentro casa per valutare la sensibilità dell'antenna, aspetto promosso.

Bluetooth (4.2) perfetto con l'auto, senza problemi anche con la cuffia.

 

K6 è dotato di WiFi a/b/g/n dual band ed ha una buona capacità di agganciare e mantenere il segnale. Ho provato il test ad una stanza di differenza dal router con una parete molto spessa nel mezzo, perde solo poco segnale. Copre senza problemi l’intero appartamento, poco più di 100mq.

 

Gli slot sim sono due, entrambi nanosim, per poter usare la scheda di memoria è necessario sacrificare una scheda sim.

Purtroppo il mio operatore non prevede connettività 4G e non ho potuto testarla, tuttavia ricezione segnale e navigazione 3G non hanno mostrato alcun problema di stabilità e velocità. Il 4G supporta l'LTE CAT.6, un upgrade rispetto al vecchio MT6753 che arrivava al CAT.4.

 

 

 

Autonomia

 

2zemq9d.jpg
 

K6 arriva con una capiente batteria da 6300mAh. Purtroppo le statistiche delle singole app non sono disponibili, ma è possibile fare l’impressionante numero di più di 12 ore di schermo acceso con illuminazione al 60%, e 18% rimanente (equivalente a 3 ore residue, per quasi 15 ore totali allo zero), wifi sempre acceso, 3 mail in push, 4 ore abbondanti di youtube, 2 di Real Racing 3, più di 3 ore di browsing web, uso continuativo di whatsapp, telegram, skype,  gps.

In linea generale, un utente medio può arrivare in tutta tranquillità a più di 2 giorni di utilizzo, mentre i più parsimoniosi possono arrivare anche a 4, segno di come questo P23 sia realmente votato all’autonomia. Va ovviamente ricordato che più tempo rimarrà acceso, maggiore sarà il drain del sistema (che anche a schermo spento continua a lavorare) e minori le ore di schermo. Col caricabatterie in dotazione si carica da zero in poco meno di tre ore.

 

 

 

In conlcusione: Oukitel K6, dati alla mano, si conferma il miglior battery phone dell’azienda (molto probabilmente surclassato solo dal prossimo K10), e se pensiamo che lo fa con una batteria da 6300mAh, ciò è davvero impressionante: L’Helio P23 è infinitamente più parsimonioso del MT6750 a bordo della scorsa generazione dei battery phone di casa Oukitel, che, come nel caso di K10000 Pro, si ferma a 14 ore e 30 di schermo con una batteria da 10000mAh!

Il boost prestazionale si ha anche a livello di potenza bruta, con un comparto GPU ben più prestante ed una CPU in grado di sostenere ogni tipo di operazione senza rallentamenti di sorta, grazie anche ai 6GB di RAM. Il software è snello ma arricchito in modo intelligente da Oukitel, che lo ha dotato di diverse funzioni senza appesantirlo, ed il tutto risulta sempre scattante ed estremamente fluido.
 
Ciò che non brilla particolarmente, purtroppo come quasi sempre in prodotti del genere, sono le fotocamere e la qualità dell'altoparlante di sistema, oltre al peso non proprio piuma.

Per il resto, la costruzione non è tra le migliori del marchio, ma è comunque solida, lo schermo è più che buono ed il formato 18:9 segue i trend del momento.
 
La sensoristica è completa, presente anche l’NFC che è una rarità nel mondo degli smartphone cinesi ed è una prima assoluta per Oukitel.  Peccato l’assenza del Jack da 3,5mm.

 

Oukitel K6 è disponibile ad un prezzo medio di 200 euro, non economicissimo, specialmente se si considera un comparto multimediale che per questa fascia di prezzo mostra i suoi limiti.
Tuttavia se prestazioni, autonomia ed NFC sono aspetti prioritari, credo non sia semplice trovare un’alternativa a questo prodotto, in grado di pensionare senza se e senza ma i suoi grossi e poco pratici fratelli maggiori da 10000mAh.

 

Maggiori informazioni sul sito del produttore: OUKITEL Smartphone




#1307009 Oukitel K8000

Inviato da slime00 in 15 February 2018 - 04:20 AM

K8000,  battery phone con schermo AMOLED - recensione

 

Presentazione

 

jp7jn5.jpg

 

Il dispositivo si presenta all'interno di una confezione di cartone tipica di Oukitel, con base superiore di colore nera che si inserisce ad incastro su quella inferiore.

All'interno della confezione,  oltre al dispositivo, presenti il caricabatteria Quick charge da 9V/2A, il cavo micro USB, cavo OTG, una back cover in silicone trasparente, un clip per l’estrazione del carrellino della sim, una pellicola protettettiva per il display, oltre ad un manuale d’uso essenziale e la garanzia.

 

L’Oukitel K8000 ha dimensioni di 77.8 x 156 mm, con uno spessore non indifferente di x 10.7 mm, tuttavia leggermente mascherati dalle stondature posteriori  che non lo fanno apparire poi così spesso, considerati gli 8000 mAh che porta in dote, per un peso finale complessivo di 232grammi, tanti ma non tantissimi considerato l’amperaggio della batteria e i materiali.

 

Nella parte frontale, presente il lettore di impronte digitali,  la fotocamera frontale da 8mpx, i sensori di prossimità e luminosità, il led di notifica.  Nella parte posteriore si trova la fotocamera da 13mpx con doppio flash led. La parte posteriore non removibile ha una finitura in metallo e non trattiene impronte. Sul lato destro i tasti volume e accensione/spegnimento, sul lato sinistro il carrellino per l’estrazione della sim. Parte inferiore riservata ad altoparlante (mono), ingresso micro-USB e microfono. In alto il Jack da 3.5mm.

 

Il grip, per le dimensioni e i materiali metallici, non è il massimo, il rischio scivolamento c’è se non si usa la back cover in silicone o una flip cover. La costruzione è, come da abitudine di Oukitel,  solida, non si avvertono scricchiolii o punti vuoti alla pressione, i tasti volume/power non traballano.

 

Lo schermo è un'unità AMOLED da 5.5 pollici con risoluzione HD e formato tradizionale 16:9 che registra  sino a 5 punti touch contemporaneamente. E’ un'ottima unità, caratterizzata da una discreta  luminosità massima, buona definizione e ottimo angolo di visuale. I colori sono molto vividi, come è tipico degli AMOLED. Se siete amanti di tonalità più calde o fredde, troverete l’ormai diffusissima funzione di taratura dei colori Miravision. Il touch è abbastanza preciso, ha una buona risposta ai comandi e non perde tocchi durante la digitazione veloce degli sms o pinch-in/out.

 

 

Software

 

xer888.jpg

 

K8000 arriva con  Android 7 Nougat.

E' la classica ROM quasi stock vista su quasi tutti gli Oukitel recenti, che tuttavia il produttore ha sapientemente arricchito. Il launcher presenta l'app drawer.

 

Le aggiunte del produttore riguardano principalmente la modalità split screen (per visualizzare contemporaneamente due app sul display), le gestures a schermo spento, la modalità d'uso ad una mano (che rimpicciolisce lo schermo per un uso più agevole e le gestures collegate ai sensori di prossimità ed impronte, come  sfogliare la galleria, riprodurre/fermare musica o video, rispondere o chiudere le chiamate e così via). C'è anche una modalità Whitelist che permette di scegliere le app che si desidera tenere in memoria in caso di pulizia delle stesse.

 

Presente anche un System Manager, che permette di gestire opzioni avanzate di risparmio energetico, di pulizia dei file inutili, di protezione delle app tramite pin, di scelta delle app che possono auto-avviarsi e altre opzioni.

 

Il lettore di impronte digitali è abbastanza preciso e  rapido, nesun problema di utilizzo.

 

La radio FM è inclusa, necessiterete delle cuffie auricolari per utilizzarla. Presente anche la bussola, anche se non con relativa app.

 

Presente buona parte della suite di app google. Inserito anche un contapassi.

 

Il sistema è quasi sempre fluido e perde un po’ di brillantezza solo nel multitasking ben spinto, ma non ho riscontrato crash o blocchi, segno di una buona ottimizzazione del produttore, costante del marchio ormai. 

 

 

Multimedia

 

L’altoparlante di sistema ha un’ottima potenza in uscita ed una discreta qualità della riproduzione sonora, in media per la fascia di prezzo, mancano però un po’ di bassi. La capsula audio frontale riproduce bene la voce dell’interlocutore ed il microfono fornisce un suono pulito a chi ci ascolta.

 

La fotocamera monta un sensore ON Semiconductor AR1335 da 13mpx, che si comporta in modo discreto con buona luce, nonostante i colori non siano brillantissimi e il dettaglio potrebbe essere migliore. La qualità cala parecchio quando l’illuminazione è precaria con l’introduzione di rumore digitale. Tuttavia, il doppio e potente led flash viene in soccorso per ottenere scatti salvabili anche in queste condizioni.  la fotocamera, con flash, per scatti ravvicinati tende a sovraesporre l’immagine,  a causa del potente doppio flash led non tarato alla perfezione. Si applica lo stesso discorso per i video, registrabili fino alla risoluzione FullHD a 30 fps, senza stabilizzazione ottica, vi servirà quindi la mano ferma.

 

http://i67.tinypic.com/22yq0o.jpg

http://i63.tinypic.com/25030cg.jpg

http://i68.tinypic.com/x0xlpw.jpg

http://i66.tinypic.com/bhydg9.jpg

http://i63.tinypic.com/160v58o.jpg

 

La fotocamera frontale è da 8mpx. Buona per selfie e videochiamate, non raggiunge vette di eccellenza ma i risultati sono più che soddisfacenti con buona luminosità.

 

Benchmark e performance

 

50qjgk.jpg

 

Il dispositivo monta il SoC Mediatek MT6750T con frequenza massima di clock di 1.5Ghz,  octacore a 64bit di fascia medio-bassa, supporta anche il WiFi a 5ghz. Ha un comparto grafico un pizzico più performante della precedente generazione grazie alla GPU più moderna, il sistema gira quasi sempre fluido ed è difficile metterlo alla corda, i 4GB di RAM riescono a garantire un ottimo multitasking, permettendo di tenere aperte diverse app, anche impegnative.

 

Bene il browsing (ancor più con chrome) e le performance generali di sistema, forse si avverte un pizzico il limite del processore nell’apertura delle app più pesanti, ma sono davvero ritardi minimi rispetto a prodotti di ben altra fascia di prezzo. nessun problema con la riproduzione dei video HD. Lo spazio di archiviazione è ottimo per la fascia di prezzo, 64GB (54 disponibili al netto del sistema e le app) espandibili permettono un’ottima versatilità.

 

Anche nel gaming rientriamo nel campo dei medi di gamma: Real Racing 3 gira al massimo in modo ben più che dignitoso, con qualche micro-lag nei momenti più impegnativi, ma niente di compromettente, invece assolutamente nessun problema per i giochi meno dispendiosi di risorse, è uno smartphone dalle buone capacità videoludiche e quasi sempre non ci sarà alcun problema con i giochi, grazie anche alla risoluzione HD che riduce il carico di lavoro della GPU.

 

 

Sensori/connettività

 

98bn12.jpg

 

questi i sensori rilevati sul dispositivo.  Giroscopio e Bussola presenti.

Ho provato il GPS per il mio solito tragitto di lavoro con Sygic, Supporta GPS e GLONASS, non si è sganciato durante il tragitto quotidiano di circa un'ora, solo un paio di micro-riposizionamenti. Primo fix fulmineo, ottima la presenza della bussola che da maggior precisione. Ho incluso uno screen di un fix effettuato dentro casa per valutare la sensibilità dell'antenna, aspetto promosso.

Bluetooth (4.2) ok con le cuffie.

 

K8000 è dotato di WiFi a/b/g/n dual band ed ha una buona capacità di agganciare e mantenere il segnale. Ho provato il test ad una stanza di differenza dal router con una parete molto spessa nel mezzo, perde solo poco segnale. Copre senza problemi l’intero appartamento, poco più di 100mq.

 

Gli slot sim sono due, entrambi nanosim, per poter usare la scheda di memoria è necessario sacrificare una scheda sim.

Purtroppo il mio operatore non prevede connettività 4G e non ho potuto testarla, tuttavia ricezione segnale e navigazione 3G non hanno mostrato alcun problema di stabilità e velocità. Il 4G supporta l'LTE CAT.6, un upgrade rispetto al vecchio MT6753 che arrivava al CAT.4.

 

Autonomia

 

Veniamo all’aspetto distintivo del prodotto, ciò che è il primo vero elemento di acquisto: la batteria. Se siete indirizzati su un prodotto del genere, questo è un aspetto prioritario. Un Octacore forse non è il massimo per un battery phone, ma il K8000 vuole mettere la grande autonomia al servizio di un hardware comunque energivoro.
 

14y5ngh.jpg

 

Purtroppo le statistiche delle singole app non sono disponibili , ma come potete ben vedere, più di QUATTORDICI ore di schermo acceso con illluminazione al 60-70%, e 20% rimanente (equivalente a ben quattro ore residue), per un totale potenziale di ben 18 ore di autonomia!
Wifi sempre acceso, mail in push, 6 ore abbondanti di youtube, altre 3 abbondanti di real racing 3, più di tre ore di browsing web, uso continuativo di whatsapp, telegram e skype,  gps, praticamente eterno. Ciò si traduce in autonomia fino a tre giorni di uso inteso e fino a cinque di uso moderato, anche se va considerato che più giorni starà acceso, più consumo ci sarà da parte del sistema e minori saranno le ore totali spalmate su più giorni.

Col caricabatterie in dotazione si carica da zero in poco meno di tre ore.

 

Come detto, Oukitel presenta anche una sua opzione di configurazione del risparmio energetico aggiuntiva all'interno del system manager, che interviene oltre quella di sistema se lo si ritiene necessario. Può aiutarvi ad ottenere un piccolo extra, qualora aveste difficoltà ad arrivare a fine giornata.

 

In conlcusione: K8000 è il primo battery phone dell’azienda con schermo AMOLED, vero tratto distintivo rispetto ai suoi predecessori. Già dal K6000 Plus, il capostipite dei suoi battery phone con MT6750, all’autonomia nuda e cruda è stata aggiunta maggior potenza e usabilità generale, rendendo il software e la parte multimediale meno lacunosa delle precedenti incarnazioni. Il guadagno dei 2000mAh e l’uso dello schermo AMOLED però portano prepotentemente al centro l’autonomia, e si vede: 14 (18 potenziali) ore di schermo acceso sono un record assoluto, anche meglio del K10000 Pro, e rispetto allo stesso risulta decisamente più compatto ed utilizzabile.
Le performance sono buone, il comparto multimediale un po’ meno: fotocamere appena sufficienti, audio discreto. Presenti gran parte dei sensori e anche il led di notifica, il software è snello e funzionale, oltre che stabile.
Nel complesso, se il comparto multimediale non è la vostra assoluta priorità, è un prodotto che vale assolutamente i 150 euro richiesti per portarselo a casa, soprattutto se si cerca un’autonomia fuori dal comune accompagnata da uno schermo AMOLED ed un’elevata qualità costruttiva.  

K8000  vi permetterà di usare lo smartphone senza farvi condizionare da quella percentuale in alto a destra dello schermo, potete tranquillamente fare tre giorni di uso medio senza l'ansia della ricarica, qualcosa ormai impossibile con i top di gamma.
 

Maggiori informazioni sul sito del produttore: OUKITEL Smartphone

 




#1289577 Oukitel U18

Inviato da slime00 in 10 January 2018 - 03:26 AM

OUKITEL-U18-740x419.jpg

Dopo la febbre del 18:9, che ha coinvolto la stragrande maggioranza dei produttori asiatici, ecco il nuovo trend del momento. iPhone X ha conquistato tutti con il suo design ricercato ed il suo notch e le varie aziende non hanno tardato a dire la loro in tal senso. Quest'oggi tocca ad OUKITEL, che annuncia la sua personale interpretazione del nuovo melafonino. OUKITEL U18 arriva infatti con un design davvero particolare, mostrato nel video qui di seguito.




Come si evince anche dall'immagine in alto, il produttore cinese ha deciso di realizzare un “ibrido” davvero interessante. OUKITEL U18 presenta un display simile ad iPhone X, con tanto di notch che lascia spazio alla sensoristica, alla capsula auricolare e alla selfie camera. Sul retro abbiamo una back cover che richiama alla mente lo stile Huawei Mate 10.

Stando alle specifiche trapelate, sembra che il nuovo U18 sarà dotato di un display da 5.85 pollici di diagonale con risoluzione HD+ (1512 x 720 pixel) e rapporto in 21:9. Ebbene si, l'azienda si prepara a lanciare quello che sarà il primo smartphone con tale aspect ratio. Lato memorie troveremo 4 GB di RAM e 64 GB di ROM.


Per quanto riguarda il chipset e il comparto fotografico, ancora non è trapelata nessuna informazione. Ma siamo certi che non manchi molto ad un annuncio più completo. Infatti, OUKITEL U18 entrerà nella fase di produzione verso la fine di gennaio. Molto probabilmente il produttore cinese rilascerà le specifiche complete a breve.

Per maggiori informazioni è possibile tenere d'occhio il sito ufficiale del brand, www.oukitel.com




#1233682 Oukitel K3

Inviato da slime00 in 12 October 2017 - 04:39 AM

Oukitel K3, un K6000 Plus migliorato! - Recensione

 

 

Confezione, Costruzione

 

1nz6fm.jpg

 

Il dispositivo si presenta all'interno di una confezione di cartone di colore nero, con base superiore che si inserisce ad incastro su quella inferiore.

All'interno della confezione, oltre al dispositivo, presenti il caricabatteria Quick charge da 9V/2A, il cavo micro USB, cavo OTG, una back cover in policarbonato nero, un clip per l’estrazione del carrellino della sim, una pellicola protettettiva per il display, oltre ad un manuale d’uso essenziale e la garanzia.

 

L’Oukitel K3 ha dimensioni di 77.3 x 155.7mm con uno spessore non indifferente di 9.9mm, tuttavia discretamente mascherati dalle stondature posteriori che non lo fanno apparire poi così spesso, considerati i 6000 mAh che porta in dote, per un peso finale complessivo di 209grammi, tanti ma non tantissimi considerato l’amperaggio della batteria e i materiali.

 

Nella parte frontale, presenti i tasti a sfioramento non retroilluminati, il tasto home fisico con lettore di impronte digitali, la doppia fotocamera frontale da 13mpx+2mpx, il flash led, i sensori di prossimità e luminosità, manca il led di notifica. Nella parte posteriore si trova la doppia fotocamera da 13mpx+2mpx con doppio flash led. La parte posteriore non removibile ha una finitura in policarbonato lucido che trattiene impronte. Sul lato destro i tasti volume e accensione/spegnimento e il carrellino per l’estrazione della sim. Parte inferiore riservata ad altoparlante (mono), ingresso micro-USB e microfono. In alto il Jack da 3.5mm.

 

Il grip, per le dimensioni e i materiali non è il massimo, il rischio scivolamento c’è se non si usa la back cover in plastica o una flip cover. Come detto la costruzione è solida ed il prodotto risulta molto elegante, grazie anche al frame in metallo finemente lavorato, non si avvertono scricchiolii o punti vuoti alla pressione, i tasti volume/power sono solidi e non traballanti. Gli slot sim sono due, entrambi nanosim, per poter usare la scheda di memoria è necessario sacrificare una scheda sim.

 

Lo schermo è un'unità SHARP IPS da 5.5 pollici con risoluzione FullHD che registra sino a 5 punti touch contemporaneamente. E’ un'ottima unità, caratterizzata da una più che buona luminosità, buona definizione e buon angolo di visuale. I colori per fortuna sono ben tarati, ma se siete amanti di tonalità più calde o fredde in questo caso troverete l’ormai diffusissima funzione di taratura dei colori Miravision. Il touch è abbastanza preciso, ha una buona risposta ai comandi e non perde tocchi durante la digitazione veloce degli sms o pinch-in/out.

 

 

 

Software

 

mr5q3n.jpg

 

K3 arriva con Android 7 Nougat.

Nell’attuale versione, è forse la ROM più vicina allo stock rispetto a tutti gli Oukitel recenti, mancano alcune aggiunte recenti viste nel K6000 Plus (menù widget nuovo, float gestures, possibilità di modifica app drawer, swipe sulle app per scorciatoie...). Il launcher presenta l'app drawer .

 

Le aggiunte del produttore riguardano principalmente le gesture, sia a schermo acceso che spento. Si possono configurare modalità di sblocco a schermo spento (disegnando lettere specifiche che permettono di aprire app specifiche) o gestures collegate al sensore di prossimità , come sfogliare la galleria passando la mano a destra e sinistra del sensore.

 

A tal proposito, Il lettore di impronte digitali è abbastanza preciso e mediamente rapido, nesun problema di utilizzo.

 

La radio FM è inclusa, necessiterete delle cuffie auricolari per utilizzarla. Presente anche la bussola, anche se non con relativa app.

 

Presente anche una modalità di risparmio energetico avanzata.

 

Forse per mettere un po' di pepe al software, presenti out of the box l'intera suite di app google, che sostituisce molte delle vecchie app mediatek quali galleria, lettore musicale ed altre.

 

Il sistema è sempre fluido e non ho riscontrato crash o blocchi, segno di una buona ottimizzazione del produttore, costante del marchio ormai.

 

 

 

Multimedia

 

L’altoparlante di sistema ha un’ottima potenza in uscita ed una discreta qualità della riproduzione sonora, in media per la fascia di prezzo. La capsula audio frontale riproduce bene la voce dell’interlocutore ed il microfono fornisce un suono pulito a chi ci ascolta.

 

Entrambe le fotocamere montano un sensore 13MP Samsung S5K3L8 ISOCELL interpolato a 16mpx con un sensore secondario da 2mpx, che danno dei buoni (uguali) risultati complessivi, addirittura sopra la media se consideriamo la camera frontale. Buon bilanciamento del bianco e fedeltà dei colori, spesso grandi problemi di moltissimi dispositivi Mediatek. Ciò che manca è un pizzico di nitidezza quando si zooma l''immagine, ma nel complesso è una fotocamera sopra la media di prezzo, soprattutto di giorno. La sera ovviamente subentra rumore, il flash aiuta (anche frontalmente, anche se non è tra i più potenti tra quelli visti). Si applica lo stesso discorso per i video, registrabili fino alla risoluzione FullHD che però hanno qualche difficoltà con la messa a fuoco automatica (dovrete tappare a mano), presente invece la stabilizzazione elettronica.

 

http://i68.tinypic.com/9uq07k.jpg

 

http://i67.tinypic.com/9jemgz.jpg

 

http://i68.tinypic.com/oh5iyu.jpg

 

http://i65.tinypic.com/2pryyp1.jpg

 

http://i63.tinypic.com/alhf2s.jpg

 

 

 

Benchmark e performance

 

a26k2q.jpg

 

Il dispositivo monta il SoC Mediatek mt6750T con frequenza massima di clock di 1.5Ghz, octacore a 64bit di sicuro più scattante del vecchio MT6753, supporta anche il WiFi a 5ghz. Ha un comparto grafico un pizzico più performante grazie alla GPU più moderna, il sistema gira sempre fluido ed è difficile metterlo alla corda, i 4GB di RAM riescono a garantire un ottimo multitasking, permettendo di tenere aperte diverse app, anche impegnative.

 

Bene il browsing (ancor più con chrome) e le performance generali di sistema, nessun problema con video Full-HD. Lo spazio di archiviazione è ottimo per la fascia di prezzo, 64GB (54 disponibili al netto del sistema e le app) espandibili permettono un’ottima versatilità.

 

Anche nel gaming siamo un passo avanti rispetto agli MT6753 con risoluzione Full-HD, ma rientriamo sempre nel campo dei medi di gamma: Real Racing 3 gira al massimo in modo ben più che dignitoso, con qualche micro-lag nei momenti più impegnativi, ma niente di compromettente. Invece assolutamente nessun problema per i giochi meno dispendiosi di risorse, è uno smartphone dalle buone capacità videoludiche e quasi sempre non ci sarà alcun problema con i giochi.

 

 

 

Sensori/connettività

 

m7qptg.jpg

 

questi i sensori rilevati sul dispositivo. Finalmente Giroscopio e Bussola presenti.

Ho provato il GPS per un po' con sygic, Supporta GPS e GLONASS, non si è sganciato durante il tragitto quotidiano di circa un ora, fix abbastanza rapido, ottima la presenza della bussola che da maggior precisione. Ho incluso uno screen di un fix effettuato dentro casa per valutare la sensibilità dell'antenna, aspetto promosso.

Bluetooth (4.1) senza problemi, sia con cuffia che con auto.

 

Il K3 è dotato di wifi b/g/n ed ha un’ottima capacità di agganciare e mantenere il segnale. Ho provato il test ad una stanza di differenza dal router con una parete molto spessa nel mezzo, perde solo pochissimo segnale. Copre senza problemi l’intero appartamento, poco più di 100mq.

 

Purtroppo non sono coperto dal 4G e non ho potuto testarlo, tuttavia ricezione segnale e navigazione 3G non hanno mostrato alcun problema di stabilità e velocità. Il 4G supporta l'LTE CAT.6, un upgrade rispetto al vecchio MT6753 che arrivava al CAT.4.

 

 

 

Autonomia

 

2ykaqmw.jpg

 

K3 arriva con una super batteria da 6000mAh. Purtroppo le statistiche delle singole app non sono disponibili , ma come potete ben vedere, più di otto ore e mezzo di schermo acceso con illluminazione al 60-70%, e 15% rimanente (equivalente ad 1 ora e mezza residua, per 10 ore totali allo zero), wifi sempre acceso, mail in push, 3 ore abbondanti di youtube, 1 e mezza di real racing 3, più di un’ora di browsing web, uso continuativo di whatsapp, telegram e skype, gps.

Con un uso più normalizzato, ovviamente le ore di schermo aumentano e credo che le 12 ore si raggiugano senza problemi. Anche l'utente più esigente può arrivare a 2 giorni, mentre il più parsimonioso può arrivare senza problemi a 4. Col caricabatterie in dotazione si carica da zero in meno di due ore.

 

Come detto, Oukitel presenta anche una sua opzione di configurazione del risparmio energetico aggiuntiva, che interviene oltre quella di sistema se lo si ritiene necessario. Può aiutarvi ad ottenere un piccolo extra, qualora aveste difficoltà ad arrivare a fine giornata.

 

 

 

In conlcusione: K3 è passato quasi in sordina risptto al K6000 Plus, ma è, nei fatti, una versione migliorata dello stesso: migliori fotocamere, giroscopio, bussola. L'autonomia è la stessa, il design meno anonimo, anche se il gusto è soggettivo.

Oltre alla grande autonomia, da non sottovalutare il tempo di ricarica inferiore alle due ore da 0 a 100. Unica nota realmente negativa è la mancanza del led di notifica, cosa che lo avrebbe reso praticamente perfetto.

Per meno di 120 euro è possibile portarsi a casa uno smartphone Octa-core con 4GB di RAM, 64GB di memoria interna, una batteria da 6000mAh, due buone fotocamere, sensoristica praticamente completa e Android Nougat: chiamare battery phone un prodotto del genere è riduttivo, poichè ogni comparto è ben ottimizzato e funziona come deve.

Oukitel non ha sacrificato funzioni pur tenendo il prezzo molto competitivo, segno di una maturità che permette al marchio di offrire sempre più qualità per il prezzo richiesto.

 

Maggiori informazioni sul sito del produttore: OUKITEL Smartphone




#1186098 Oukitel U11 Plus

Inviato da slime00 in 23 July 2017 - 16:42 PM

U11 Plus, il più bello - la mia recensione

 

Aspetto

 

k1xxd1.jpg

 

Il dispositivo si presenta all'interno di una confezione di cartone, con base superiore blu che si inserisce ad incastro su quella inferiore bianca.

All'interno della confezione, oltre al dispositivo, presenti il caricabatteria da 5V/1.5A, il cavo micro USB, una back cover in silicone trasparente, un clip per l’estrazione del carrellino della sim, un manuale d’uso essenziale e la garanzia.

 

L’Oukitel U11 Plus ha dimensioni di 79.2 x 154.7 x 8.8 mm, per un peso finale complessivo di 217grammi, davvero un peso importante.

 

Nella parte frontale, la fotocamera frontale da 13mpx (16 interpolati) con flash led, i sensori di prossimità e luminosità, il led di notifica. Le cornici nere intorno allo schermo sono abbastanza ridotte. Non sono presenti tasti fuori dallo schermo, sono a schermo. Nella parte posteriore si trova la fotocamera da 13 mpx (16 interpolati) con doppio flash led e il lettore di impronte digitali. La parte posteriore non removibile ha una finitura in policarbonato molto particolare, una finitura molto piacevole anche al tatto che da un aspetto premium e non trattiene impronte. Sul lato destro il carrellino sim, i tasti volume e accensione/spegnimento sono sul lato sinistro. Parte inferiore riservata ad altoparlante (mono), ingresso micro-USB e microfono. In alto il Jack da 3.5mm.

 

Il grip, per le dimensioni non è il massimo, il rischio scivolamento c’è se non si usa la back cover in silicone o una flip cover. La costruzione è solida, non si avvertono scricchiolii o punti vuoti alla pressione e i tasti volume/power sono solidamente incastonati nell'ottimo frame metallico. Gli slot sim sono due, entrambi nanosim, per poter usare la scheda di memoria è necessario sacrificare una scheda sim.

 

Lo schermo è un'unità IPS prodotta da AUO da 5.7 pollici con risoluzione FullHD che registra sino a 5 punti touch contemporaneamente. E’ un'ottima unità, caratterizzata da una buona luminosità, buona definizione e ottimo angolo di visuale. I colori per fortuna sono ben tarati,ma se siete amanti di tonalità più calde o fredde troverete l’ormai diffusissima funzione di taratura dei colori Miravision. Il touch è abbastanza preciso, ha una buona risposta ai comandi e non perde tocchi durante la digitazione veloce degli sms o pinch-in/out. Il display usa un vetro Asahi Dragontrail, che fornisce maggior resistenza ad urti e cadute rispetto ad un vetro tradizionale.

 

 

 

Software

 

11w4y0w.jpg

 

U11 Plus arriva con Android 7 Nougat.

Nell’attuale versione, il sistema è la solita ROM stock Oukitel già vista con Marshmallow, ma introduce alcune novità. Innanzitutto, il sistema a notifiche tipico di Nougat, a due tendine, e la funzione dual screen, per avere due finestre a schermo contemporaneamente. Il launcher presenta l'app drawer.
 

altre aggiunte del produttore riguardano principalmente le gesture, sia a schermo acceso che spento. Si possono configurare modalità di sblocco o gestures da utlizzare per aprire direttamente determinate applicazioni, è anche possibile sfogliare la galleria passando la mano a destra e sinistra del sensore di prossimità, presenti anche le funzioni smart relative al sensore di impronte digitali, che permettono di usare il sensore per scattare foto, avviare/interrompere la riproduzione musicale e rispondere alle chiamate.

 

A tal proposito, Il lettore di impronte digitali è abbastanza preciso e mediamente rapido, nesun problema di utilizzo.

 

Presenti anche le float gestures, che con uno swipe permette di attivare una sorta di "ruota su schermo" che permette di compiere gran parte delle operazioni in modo intuitivo direttamente dall'home page.

 

La radio FM è inclusa, necessiterete delle cuffie auricolari per utilizzarla.

 

Presenti anche un selettore di temi accessibile solo da app drawer(3 temi al momento) mentre è assente il tipico System Manager di Oukitel, per gestire avvio app, pulire da files inutili.

A bordo anche un sistema di super risparmio energetico, che disattiva dati, app e riduce la luminosità dello schermo per permettere l'uso delle funzioni base quando la batteria scende sotto il 20%.
 

Il sistema è fluido e non ho riscontrato crash o blocchi, segno di una buona ottimizzazione del produttore.

 

 

Multimedia

 

L’altoparlante di sistema ha un’ottima potenza in uscita ed una discreta qualità della riproduzione sonora, in media per la fascia di prezzo. La capsula audio frontale riproduce bene la voce dell’interlocutore ed il microfono fornisce un suono pulito a chi ci ascolta.

 

La fotocamera monta un sensore ON Semiconductor AR1335 da 13mpx (interpolato a 16) sia all'anteriore che al posteriore, con sorprendente apertura f1.8. Questa apertura insieme ai pixel da 1.1-micron (µm) fanno si che il rumore digitale che affliggeva sensori ON in modelli precedenti sia notevolmente ridotto, così come è molto meno visibile la patina rossiccia che affliggeva molti modelli passati, permettendo degli scatti di buon livello di giorno e più che dignitosi al chiuso e di sera, se rapportati al prezzo. Si applica lo stesso discorso per i video, registrabili fino alla risoluzione FullHD.

 

http://i64.tinypic.com/15fqbmg.jpg

 

http://i66.tinypic.com/izxrn5.jpg

http://i64.tinypic.com/2qsmhqc.jpg

http://i64.tinypic.com/2iu4w90.jpg
 

La fotocamera frontale, pur montando lo stesso sensore ha lenti e apertura diverse e fuoco fisso, i risultati sono quindi inferiori rispetto alla principale (in primis i colori risultano più slavati), ma ottimi se rapportati alle camere frontali che si trovano nei competitor. Potrete ottenere buoni scatti e al buio sarete aiutati da un flash led di piccole dimensioni, che però è deboluccio e spesso peggiora le cose in difficili situazioni di luce.

http://i66.tinypic.com/zlajh4.jpg

http://i63.tinypic.com/140j6fq.jpg
 

 

Benchmark e performance

 

2nqzcz6.jpg

 

Il dispositivo monta il SoC Mediatek MT6750T con frequenza massima di clock di 1.5Ghz, octacore a 64bit di sicuro più scattante del vecchio MT6753, supporta anche il WiFi a 5ghz. Ha un comparto grafico un pizzico più performante grazie alla GPU più moderna, il sistema gira sempre fluido ed è difficile metterlo alla corda, i 4GB di RAM riescono a garantire un ottimo multitasking, permettendo di tenere aperte diverse app, anche impegnative.

 

Bene il browsing (ancor più con chrome) e le performance generali di sistema, nessun problema con video Full-HD. Lo spazio di archiviazione è ottimo per la fascia di prezzo, 64GB (54 disponibili al netto del sistema e le app) espandibili permettono un’ottima versatilità.

 

Anche nel gaming siamo un passo avanti rispetto agli MT6753 con risoluzione Full-HD, ma rientriamo sempre nel campo dei medi di gamma: Real Racing 3 gira al massimo in modo ben più che dignitoso, con qualche micro-lag nei momenti più impegnativi, ma niente di compromettente, invece assolutamente nessun problema per i giochi meno dispendiosi di risorse, è uno smartphone dalle buone capacità videoludiche e quasi sempre non ci sarà alcun problema con i giochi.

 

 

Sensori/connettività

 

2eqfmep.jpg

 

questi i sensori rilevati sul dispositivo. Tipica sensoristica ultra-basica di Oukitel.

Per la prima volta dopo tantissimo tempo ho avuto grossi problemi con il GPS, vedeva i satelliti (anche GLONASS) ma non sono riuscito ad effettuare mai il fix. Ho chiesto ad altri possessori e non hanno riscontrato il problema, ne deduco sia un problema della mia unità. Aggiornerò in caso di novità positive.

Bluetooth senza problemi, sia con cuffia che con auto. C'è l'Hotknot.

 

U11 Plus è dotato di wifi a/b/g/n ed n a 5Hz , purtroppo mi ha un po' deluso nella potenza, oltre alla poca affidabilità delll'indicatore grafico, che oscilla spesso tra l'effettivo segnale e il segnale massimo. Ho provato il test ad una stanza di differenza dal router con una parete molto spessa nel mezzo e perde più segnale di tanti altri dispositivi, non riuscendo a coprire per intero l'appartamento, grande poco più di 100mq. Questa è la vera nota dolente del prodotto, al netto del problema personale con il GPS che altri però non hanno.

 

Purtroppo non sono coperto dal 4G e non ho potuto testarlo, tuttavia il dispositivo offte LTE di Cat. 6 con velocità fino a 300 Mbps in downlink e150 Mbps in upload. In 3G, nessun problema di ricezione e navigazione, nessun problema di stabilità e velocità. Se la prima SIM è in 4G, la seconda potrà andare in 3G.

 

Autonomia

2cieonb.jpg

 

I 3700mAh si comportano bene, permettendovi di coprire una giornata con quasi ogni tipo di utilizzo.

Come potete vedere in questo stress test, (mancano dati delle app a causa di Nougat che non da più i valori per le app) il terminale raggiunge 5 ore e 40 di schermo acceso (con un 10% residuo, equivalente a 40 minuti circa) con luminosità al 60% circa, con 2 ore di youtube, 2 ore di browsing web, 1 ora di real racing, wifi sempre attivo, skype, whatsapp, telegram, gmail. Un altro stress test con connessione dati 3G al posto del wifi (ed agganci vari di celle, essendo in viaggio) ha superato le 5 ore di schermo. La carica purtroppo è lenta, con circa 3 ore e mezza richieste per una carica totale.

 

 

In conlcusione: U11 Plus è forse il dispositivo più bello che l'azienda abbia prodotto (da quando li provo), con una parte frontale molto pulita e con cornici molto ridotte, un frame laterale di pregevole fattura ed un retro in policarbonato di ottima qualità, una costruzione impeccabile. Completano il pacchetto un bel display di buona fattura da 5.7 pollici, un buon lettore di impronte digitali, un led di notifica (non datelo per scontato su questi prodotti) e due fotocamere da 13mpx fronte/retro di buona qualità complessiva. Comparto hardware di buon livello, con un processore Octacore 64bit, 64GB di storage e 4GB di RAM. Anche la batteria si comporta bene. Ciò che mi ha lasciato l'amaro in bocca è stato il Wi-Fi, con una copertura sottotono rispetto alla media dei prodotti provati, cosa che si farà sentire quando la copertura Wi-Fi è al limite, mentre con buona copertura non ci saranno problemi. E' anche pesantuccio, con i suoi oltre 200grammi.
 A parte questa defaillance, L'U11 Plus è  davvero molto ben bilanciato, che alla luce dei 130-140 euro richiesti lo rendono un ottimo prodotto, particolarmente indicato a chi cerca uno smartphone esteticamente distintivo con uno schermo generoso, senza però rinunciare ad hardware, software e un buon comparto multimediale.

Maggiori informazioni sul sito del produttore: OUKITEL Smartphone




#1183862 Oukitel K10000 Max Rugged

Inviato da slime00 in 18 July 2017 - 13:27 PM

01B0011701648525.jpg

Oukitel è pronta ad ampliare la gamma del suoi super battery-phone con un nuovo modello chiamato Oukitel K10000 Max.

L'Oukitel K10000 Max eredita alcune specifiche tecniche dai suoi fratelli, a cominciare dalla mega batteria da 10000 mAh che dovrebbe garantire un'autonomia di circa tre giorni con un uso normale e 33 giorni in stand-by, nonché un tempo di ricarica pari a 150 minuti. L'azienda cinese non ha ancora diffuso tutti i dettagli sulla sua configurazione hardware ma, se i piani non sono cambiati, questo smartphone sarà molto simile alla versione "Pro".

La prima vera differenza tra i due sta nella resistenza: Oukitel K10000 Pro supera svariati test prima di essere imballato e consegnato ai clienti, ma non possiede certificazioni che attestino le sue doti, mentre Oukitel K10000 Max è un terminale progettato per l'outdoor in quanto tri-proof (certificato IP68), dunque impermeabile, resistente alla polvere e agli urti. E la stessa Oukitel ce lo dimostra in un video realizzato nei suoi laboratori.



Il prototipo è immerso in un acquario per oltre 30 minuti e poi sepolto in una vaschetta piena di fango, ricoperto da terra e sabbia, per altri 12 minuti senza subire alcun danno. Al termine della prova, lo smartphone viene accesso e testato, dimostrando come altoparlanti, schermo e touch siano ancora funzionanti.

Oukitel K10000 Max è in  dirittura d'arrivo, tanto che Oukitel ha già aperto una pagina ufficiale sul suo sito in cui potete dimostrare interesse per questo modello. Inserendo la vostra e-mail, oltre a ricevere aggiornamenti sullo smartphone, potrete usufruire di un sconto di 50 dollari tramite un codice coupon per l'acquisto dell'Oukitel K10000 Max. Il suo prezzo è di 249.99 dollari (216 euro), ma i più fortunati potranno essere sorteggiati per pagarlo la metà.

Maggiori informazioni sul sito del produttore: OUKITEL Smartphone




#1141247 Oukitel K6000 Plus

Inviato da slime00 in 11 May 2017 - 01:04 AM

K6000 Plus, il battery phone... alla terza! - la mia recensione

Aspetto

2yzkhzb.jpg

Il dispositivo si presenta all'interno di una confezione di cartone arancione tipica di Oukitel,
All'interno della confezione,  oltre al dispositivo, presenti il caricabatteria Quick charge da 12V/2A, il cavo micro USB, cavo OTG, una back cover in silicone trasparente, una clip per l’estrazione del carrellino della sim, una pellicola per il display, un manuale d’uso essenziale e la garanzia.

L’Oukitel K6000 Plus ha dimensioni di 76.6 x 155 mm con uno spessore non indifferente di 9.7mm, tuttavia sapientemente ben mascherati dalle stondature posteriori  che non lo fanno apparire poi così spesso, considerati  i 6080 mAh che porta in dote, per un peso finale complessivo di 207grammi, tanti ma non tantissimi considerato l’amperaggio della batteria e i materiali.

Nella parte frontale, presenti i tasti a sfioramento retroilluminati, il tasto home fisico con lettore di impronte digitali,  la fotocamera frontale da 8mpx, i sensori di prossimità e luminosità, il led di notifica. Le cornici nere intorno allo schermo sono attenuate nella colorazione nera in mio possesso.  Nella parte posteriore si trova la fotocamera da 16mpx con doppio flash led. La parte posteriore non removibile ha una finitura in metallo e non trattiene impronte. Sul lato destro i tasti volume e accensione/spegnimento, sul lato sinistro il carrellino per l’estrazione della sim. Parte inferiore riservata ad altoparlante (mono), ingresso micro-USB e microfono. In alto il Jack da 3.5mm.

Il grip, per dimensioni e materiali, non è il massimo, il rischio scivolamento c’è se non si usa la back cover in silicone o una flip cover. La costruzione è  solida, non si avvertono scricchiolii o punti vuoti alla pressione, i tasti volume/power sono nella norma, non i più solidi ma nemmeno molto traballanti. Gli slot sim sono due, entrambi nanosim, per poter usare la scheda di memoria è necessario sacrificare una scheda sim.

Lo schermo è un'unità IPS da 5.5 pollici con risoluzione FullHD che registra  sino a 5 punti touch contemporaneamente. E’ un'ottima unità, caratterizzata da una più che buona luminosità, buona definizione e buon angolo di visuale. I colori per fortuna sono ben tarati, ma se volete troverete l’ormai diffusissima funzione di taratura dei colori Miravision. Il touch è abbastanza preciso, ha una buona risposta ai comandi e non perde tocchi durante la digitazione veloce degli sms o pinch-in/out.

Software

2q3zrwm.jpg

K6000 Plus arriva con  Android Nougat.
Nell’attuale versione, Oukitel introduce alcune novità. Innanzitutto, il sistema a notifiche tipico di Nougat, a due tendine, e il menù widget totalmente rivisto rispetto al passato. Il launcher può essere impostato sia con app drawer che con applicazioni direttamente in home, così da accontentare tutti. Inoltre, con uno swipe in alto su alcune icone (come quella degli sms, ad esempio) permettono un'azione rapida senza aprire l'app (inviare un sms nel caso dell'app in questione).

altre aggiunte del produttore riguardano principalmente le gesture, sia a schermo acceso che spento. Si possono configurare modalità di sblocco o gestures da utlizzare per aprire direttamente determinate applicazioni, è anche possibile  sfogliare la galleria passando la mano a destra e sinistra del sensore di prossimità, presenti anche le funzioni smart relative al sensore di impronte digitali, che permettono di usare il sensore per scattare foto, avviare/interrompere la riproduzione musicale e rispondere alle chiamate.

A tal proposito, Il lettore di impronte digitali è abbastanza preciso e mediamente rapido, nesun problema di utilizzo.

Presenti anche le float gestures, che con uno swipe permette di attivare una sorta di "ruota su schermo" che permette di compiere gran parte delle operazioni in modo intuitivo direttamente dall'home page.

La radio FM è inclusa (con auricolari).

Presenti anche un selettore di temi (4 temi,  al momento altri 18 scaricabili) ed un System Manager, per gestire avvio app, pulire da files inutili e una modalità di risparmio energetico avanzata.

Il sistema è fluido e non ho riscontrato crash o blocchi, segno di una buona ottimizzazione del produttore.  

 
Multimedia

L’altoparlante di sistema ha un’ottima potenza in uscita ed una discreta qualità della riproduzione sonora, in media per la fascia di prezzo. La capsula audio frontale riproduce bene la voce dell’interlocutore ed il microfono fornisce un suono pulito a chi ci ascolta.

La fotocamera monta un sensore Omnivision OV16880 da 16mpx, dal quale forse ci si aspettava qualcosa in più. Si comporta in modo discreto con buona luce, cala parecchio quando l’illuminazione è precaria con l’introduzione di rumore digitale. In queste condizioni la fotocamera tende a sovraesporre l’immagine,  a causa del potente doppio flash led non tarato alla perfezione, soprattutto per le foto con soggetto ravvicinato. Si applica lo stesso discorso per i video, registrabili fino alla risoluzione FullHD.

La modalità HDR è stranamente assente.
 
http://i65.tinypic.com/2hg8o43.jpg

http://i64.tinypic.com/zygg8y.jpg

http://i65.tinypic.com/2hs9lrt.jpg

http://i67.tinypic.com/33kdqmc.jpg

La fotocamera frontale è da 8mpx. Buona per selfie e videochiamate, non raggiunge vette di eccellenza ma i risultati sono più che soddisfacenti con buona luminosità.

Benchmark e performance

2h67y3n.jpg

Il dispositivo monta il SoC Mediatek mt6750T con frequenza massima di clock di 1.5Ghz,  octacore a 64bit di sicuro più scattante del vecchio MT6753, supporta anche il WiFi a 5ghz. Ha un comparto grafico un pizzico più performante grazie alla GPU più moderna, il sistema gira sempre fluido ed è difficile metterlo alla corda, i 4GB di RAM riescono a garantire un ottimo multitasking, permettendo di tenere aperte diverse app, anche impegnative.

Bene il browsing (ancor più con chrome) e le performance generali di sistema, nessun problema con video Full-HD. Lo spazio di archiviazione è ottimo per la fascia di prezzo, 64GB (54 disponibili al netto del sistema e le app) espandibili permettono un’ottima versatilità.

Anche nel gaming siamo un passo avanti rispetto agli MT6753, ma rientriamo sempre nel campo dei medi di gamma: Real Racing 3 gira al massimo in modo ben più che dignitoso, con qualche micro-lag nei momenti più impegnativi, ma niente di compromettente e comunque meglio del suo predecessore K6000 Pro, invece assolutamente nessun problema per i giochi meno dispendiosi di risorse, è uno smartphone dalle buone capacità videoludiche e quasi sempre non ci sarà alcun problema con i giochi.


Sensori/connettività

2lm08kn.jpg

questi i sensori rilevati sul dispositivo. Nota di demerito per aver annunciato il Giroscopio e poi non averlo inserito.
Per il resto, ho provato il GPS per un po' con sygic, Supporta GPS e GLONASS, non si è sganciato durante il tragitto quotidiano di circa un ora, fix abbastanza rapido, peccato anche l'assenza della bussola che avrebbe dato maggior precisione. Per farvi capire le capacità di aggancio ai satelliti, ho incluso uno screen di un fix effettuato  dentro casa, aspetto promosso, con bussola integrata sarebbe stato tra i migliori in assoluto.
Bluetooth senza problemi, sia con cuffia che con auto.

Il K6000 Plus è dotato di wifi b/g/n ed ha un’ottima capacità di agganciare e mantenere il segnale, però ho notato poca affidabilità delll'indicatore grafico (anche per il segnale SIM), che oscilla spesso tra l'effettivo segnale e il segnale massimo. Ho provato il test ad una stanza di differenza dal router con una parete molto spessa nel mezzo, perde solo pochissimo segnale. Copre senza problemi l’intero appartamento, poco più di 100mq.

Non sono coperto dal 4G, tuttavia ricezione segnale e navigazione 3G non hanno mostrato alcun problema di stabilità  e velocità, se non quello del segnale grafico non sempre fedele all'effettivo segnale presente. Seconda sim capace di 3G.

Autonomia

Veniamo all’aspetto peculiare del prodotto: la batteria. Un Octacore forse non è il massimo per un battery phone, ma il K6000 Plus, come il suo predecessore, vuole mettere la grande autonomia al servizio di un hardware prestante.

33mqyo7.jpg


Purtroppo le statistiche delle singole app non sono disponibili , ma come potete ben vedere, più di nove ore di schermo acceso con illluminazione al 60-70%, e 10% rimanente (equivalente ad 1 ora residua), wifi sempre acceso, mail in push, 3 ore abbondanti di youtube, altre 2 abbondanti di real racing 3, più di un’ora di browsing web, uso continuativo di whatsapp, telegram e skype,  gps, praticamente eterno. Con un uso più normalizzato, ovviamente le ore di schermo aumentano e credo che le 12 ore si raggiugano senza problemi. Un vero campione! Col caricabatterie in dotazione si carica da zero in meno di due ore.

Come detto, Oukitel presenta anche una sua opzione di configurazione del risparmio energetico aggiuntivaall'interno del system manager, che interviene oltre quella di sistema se lo si ritiene necessario. Può aiutarvi ad ottenere un piccolo extra, qualora aveste difficoltà ad arrivare a fine giornata.

In conlcusione: K6000 Plus perfeziona il già apprezzato K6000 Pro, grazie ad un hardware più prestante, una versione di Android più recente, ricca di opzioni e scattante e un tempo di ricarica inferiore alle due ore da 0 a 100, rispetto alle quasi tre del fratello per la stessa batteria.  Se si considera l'acquisto di uno dei due, di sicuro il plus non perde niente ed aggiunge qualcosa.
Mi sarei aspettato qualcosa in più dalle fotocamere, ci sono gli stessi problemi di sovraesposizione con il flash a distanza ravvicinata, l'assenza di giroscopio (promesso) e bussola sono altri due aspetti che avrebbero di sicuro aumentato la fruibilità del prodotto.
Peso e dimensioni non sono spropositate per il prodotto, diversi prodotti cinesi da 5.5 pollici in metallo con batterie da 3000-4000mah, gli sforzi di Oukitel per contenere al massimo questi parametri sono di certo da apprezzare. Come sempre, la qualità costruttiva di Oukitel è ottima e il suo software privo di criticità.

K6000 Plus vi permetterà di usare lo smartphone senza patemi d'animo, per 150 euro è un prodotto molto valido da questo punto di vista, il nuovo Top della serie K6000 non sarà perfetto, ma fa ciò che ci si aspetta.  

Maggiori informazioni sul sito del produttore: OUKITEL Smartphone




#1136171 Gretel A9

Inviato da slime00 in 05 May 2017 - 02:17 AM

Gretel A9 – Buona la prima (per il prezzo!)

 

Aspetto

 

2qwfvw3.jpg

 

Il dispositivo si presenta all'interno di una confezione di cartone bianco, All'interno della confezione, oltre al dispositivo, presenti il caricabatteria da 1.0A, il cavo dati micro USB, una cover in silicone e un manuale d’uso essenziale e la garanzia.

 

Il Gretel A9 ha una costruzione sorprendente per il prezzo di vendita, 60 euro durante la prevendita. Un corpo in metallo resistente e senza scricchiolii, nemmeno per quanto riguarda i tasti. Le dimensioni sono di 72.8 x 146.6 x 8.7 mm, il peso: è di 164 grammi.

 

Nella parte frontale sono presenti i tasti a sfioramento non retroilluminati e il tasto home fisico con lettore di impronte integrato, la fotocamera frontale da 2mpx (5 interpolati), il flash frontale, non è presente un led di notifica, mentre nella parte posteriore si trova la fotocamera Samsung da 8mpx (13 interpolati) e lo speaker di sistema. Sotto c'è il microfono, sopra l'ingresso micro-usb e jack da 3.5mm. Sui lati i tasti volume (sinistra) e accensione/spegnimento (destra).

 

Il grip è discreto, la back cover ha tendenze a scivolare se non si è attenti e se non si usa la cover. Come detto, la costruzione è solida, non si avvertono punti vuoti alla pressione. Gli slot sim sono due, uno microsim ed uno nanosim, si deve sacrificare uno slot per usare la SD.

 

Lo schermo è un'unità IPS da 5 pollici con risoluzione HD (1280 x 720) con vetro 2.5D che registra sino a 5 punti touch contemporaneamente, è uno degli aspetti sorprendenti del prodotto: colori riprodotti in maniera molto fedele, ne saturi ne slavati, ottima nitidezza e buona luminosità, buon angolo di visuale. Presente Miravision per un'eventuale taratura dei colori e dei parametri. Le cornici forse non ridottissime per gli standard odierni, ma nemmeno particolarmente evidenti, forse la versione black rende meglio visivamente in questo senso. Il touch ha una buona risposta ai comandi e non perde tocchi durante la digitazione normale degli sms o pinch-in/out, aspetto solitamente critico di molti entry-level e che spesso pregiudica l’intera esperienza d’uso del prodotto.

 

Software

 

2mea5nl.jpg

 

Gretel A9 esce con Android 6 di fabbrica, promesso Android 7. L'interfaccia utilizzata è la Freeme OS, che su base della ROM Stock di Mediatek offre alcune personalizzazioni, in particolar modo per quanto riguarda tutte le app stock (dialer, messaggi, calendario, fotocamera, file manager e così via), graficamente modernizzate rispetto alla vetusta ROM MTK, un tocco di freschezza (necessario ormai, secondo me) che lo distingue un po' dai prodotti tutti uguali su base Mediatek.

 

Non è presente un Drawer per le applicazioni, che sono così tutte su Home, presente invece un selettore di temi ben fornito, che permette anche di scaricare dallo store incluso nell'app diversi temi originali.

 

Precaricate diverse app di messaggistica istantanea come Whatsapp, Instagram, Facebook, Twitter, facilmente disinstallabili, se si vuole.

 

Tra le altre aggiunte del produttore le gestures, sia a schermo acceso che spento. Si possono configurare modalità di sblocco, scorciatoie o gestures da utlizzare in determinate applicazioni, come sfogliare la galleria passando la mano a destra e sinistra del sensore di prossimità.

 

Il lettore di impronte digitali non è tra i più rapidi ma è preciso.

 

La radio FM è inclusa, necessiterete delle cuffie auricolari per utilizzarla.

 

Multimedia

 

L’altoparlante posteriore ha una buona potenza in uscita, anche se al massimo distorce un po' il suono, ed una appena discreta qualità della riproduzione sonora che manca di bassi come in tutti gli entry level cinesi. Purtroppo l'altoparlante è posizionato dietro e il suono si attenua se poggiato su superfici piane.

La capsula audio frontale riproduce bene la voce dell’interlocutore ed il microfono fornisce un suono pulito a chi ci ascolta, nessun problema riscontrato.

 

La fotocamera posteriore monta un sensore Samsung 3H7 da 8mpx, che con interpolazione software arriva a 13mpx. Di giorno si comporta in maniera più che sufficiente (buona, se consideriamo il prezzo. meglio di gran parte dei pari valore), si riescono a fare scatti accettabilissimi per uso social.

 

La modalità HDR funziona in modo discreto, anche se è meglio usare il flash se l’illuminazione inizia a calare in modo più drastico. Di sera inevitabile arriva il rumore, ma il flash interviene discretamente per mitigare la situazione.

 

Di seguito alcuni scatti di prova, cliccare per vederli:

 

http://i65.tinypic.com/5d2zir.jpg

 

http://i65.tinypic.com/el5nag.jpg

 

http://i65.tinypic.com/2mq2hsm.jpg

 

 

Non ho inserito sample della fotocamera frontale, ma è appena sufficiente, niente di speciale però. Da usare con buona luce per trarne il massimo possibile, è dotata di flash frontale ma in realtà serve a poco.

 

 

Benchmark e prestazioni

 

dmttu1.jpg

 

Il dispositivo monta il SoC Mediatek MT6737 con un clock di 1.3Ghz, quad core che, nonostante i risultati ai benchmark non esaltanti, nell’uso quotidiano si comporta bene per la maggior parte dei tipi di uso ed è difficile portare alle corde nell’uso standard, con il plus di consumi ridotti e temperature sempre entro i limiti di guardia.

 

Bene il browsing (preinstallato chrome) e non male le performance generali di sistema, pur non essendo un fulmine da guerra. Questo grazie anche ai 2GB di RAM ed ai 16gb di ROM più espansione per microSD, specifiche niente male in relazione al prezzo.

I classici giochi "social" (candy crush et similia) non hanno alcun problema, anche giochi più impegnativi risultano giocabili con fluidità accettabile (Real Racing 3 giocabile senza problemi), I titoli ancora più moderni ed impegnativi possono dare problemi e risultare ingiocabili, ma nella fascia di prezzo in cui si trova e per l’hardware che utilizza, chiedere di più è assolutamente fuori contesto.

 

 

Sensori e connettività

 

2u9stn9.jpg

 

questi i sensori rilevati sul dispositivo, dotazione ai minimi termini, nessun problema nel funzionamento di quelli presenti.

 

Presente l'OTG e funzionante senza problemi.

 

Ho provato il GPS per un pò con sygic, è sempre risultato preciso e non si è sganciato in un tragitto città-campagna. Per provare le capacità di aggancio ai satelliti e la sensibilità del modulo, come sempre ho incluso uno screen di un fix effettuato dentro casa dietro alla finestra, con un ottimo risultato rispetto anche a prodotti ben più costosi.

 

Bluetooth senza problemi, sia con cuffia che con auto.

 

L'A9 è dotato di wifi b/g/n a banda singola ed ha una buona capacità di agganciare e mantenere il segnale, non ho notato disconnessioni o cali di velocità. Ho provato il test ad una stanza di differenza dal router con una parete molto spessa nel mezzo, perde solo pochissimo segnale, riesce a coprire senza problemi l’intero appartamento, circa 100mq.

 

L'A9 supporta il 4G, vi è il pieno supporto di tutte le frequenze supportate in Italia, nessun problema con i vari operatori italiani quindi. Non essendo coperto nella mia zona con il mio operatore, purtroppo non ho potuto effettuare uno speed test in 4G.

 

Autonomia

 

2yod7hz.jpg

 

Veniamo al vero tallone d'Achille del prodotto: I 2300mAh, nonostante siano abbinati ad un mediamente parsimonioso mt6737e ad una risoluzione non altissima, vi porteranno a cena solo con uso medio-basso, difficilmente coprirete la giornata se utilizzate in modo più intenso lo smartphone.

 

Come potete ben vedere, nel primo test stress effettuato con uso continuo senza sim, con wifi e luminosità schermo al 60%, ho ottenuto quasi tre ore e trentacinque di schermo acceso con 46 minuti di youtube, 1 ora e cinque minuti di real racing, wifi sempre attivo, mezz'ora di skype, varie chat tra whatsapp, telegram e gmail in push.

Con Sim inserita e uso diluito durante la giornata, con qualche chiamata e connessione dati 3G in aggiunta al test precedente, a fatica ha coperto le tre ore.

 

In conlcusione: Gretel A9 costa circa 60 euro, e per questo prezzo sorprende in quasi ogni aspetto: costruzione in metallo solida, schermo di buona qualità, fotocamera principale non male, Freeme OS che è una ventata d'aria fresca nel panorama dei cinesi low cost (utilizzata anche da Leagoo, ha sempre riscosso un buon successo), ben bilanciato in quasi tutti i comparti, gli aspetti che ne tradiscono l'economicità estrema sono i pochi sensori e soprattutto una batteria stiracchiata che lo rende poco adatto agli utenti compulsivi, limitandone così la platea di possibili fruitori a coloro che cercano un secondo telefono, che fanno dello smartphone un uso essenziale o che possono permettersi una ricarica a metà giornata.

 

Se si può convivere con i limiti, ci si trova davanti ad un prodotto realizzato con una cura difficilmente riscontrabile su gran parte dei prodotti pari fascia dei concorrenti, tanto nel software quanto nell'hardware, tenendolo in mano e iniziando a smanettarci nessuno riuscirebbe a credere che si tratta di un prodotto tanto economico, di sicuro una prima uscita di Gretel che lascia molto ben sperare per i prossimi modelli A6 e GT6000, due probabili best buy se seguono quanto di positivo ha questo A9 e se ne migliorano i difetti.

 

Maggiori informazioni sul sito del produttore: GRETEL




#1124071 K10000 Pro, K10000 Max, U22 e U11 Plus presentati al Global Sources Electroni...

Inviato da slime00 in 20 April 2017 - 01:09 AM

OUKITEL ha mostrato 5 device al Global Sources Electronics Show di Hong Kong, che molto probabilmente riassumeranno gran parte dei prodotti che l'azienda rilascerà nei prossimi 8 mesi.

Il primo tra questi è l’OUKITEL K10000 Pro, il secondo device della famiglia K10000 e dotato di una batteria “monstre” da ben 10.000 mAh. Questo telefono è previsto sia commercializzato a maggio e presenterà una ricarica veloce da 12V/2A, necessaria con un così alto amperaggio. Inoltre, questo telefono sarà mosso da un processore octa-core MediaTek MT6750.

https://www.movilesd...o-2-jpg.283836/

Il secondo è un altro telefono della stessa famiglia, l’OUKITEL K10000 Max. Il dispositivo è stato mostrato immerso in una vasca d’acqua, forte della sua certificazione IP68. Le altre caratteristiche comprendono la batteria da 10.000 mAh, la CPU octa-core MediaTek MT6753, un display da 5.5 pollici Full HD, 3 GB di RAM e 32 GB di memoria interna. Il comparto fotografico è composto da una fotocamera principale da 13 mega-pixel e una frontale da 5 mega-pixel.

https://www.movilesd...x-1-jpg.283832/ https://www.movilesd...x-2-jpg.283833/

L’OUKITEL U22, invece, sarà dotato di una dual camera sia sul fronte che sul retro. Quella posteriore sarà dotata di una fotocamera principale da 8 mega-pixel e una secondaria da 0.3 mega-pixel, mentre la fotocamera frontale sarà composta da un sensore da 5 mega-pixel e uno da 0.3 mega-pixel.

https://www.movilesd...2-1-jpg.283839/

Ultimo smartphone è, invece, l’OUKITEL U11 Plus, con fotocamere da 13 mega-pixel sia sul fronte che sul retro, entrambe senza interpolazione. Il telefono, che con ogni probabilità sarà il top di gamma dell’azienda, avrà 4 GB di RAM, 64 GB di memoria interna, una batteria da 4000 mAh e un display da 5.7 pollici con risoluzione Full HD.

https://www.movilesd...s-2-jpg.283838/


#1111790 Oukitel U16 Max

Inviato da slime00 in 05 April 2017 - 02:39 AM

U16 Max, un U15 Pro allargato!  - la mia recensione

Confezione

14ijy3p.jpg

Il dispositivo si presenta all'interno di una confezione di cartone tipica di Oukitel, con base superiore del distintivo colore arancio che si inserisce ad incastro su quella inferiore.
All'interno della confezione, oltre al dispositivo, presenti il caricabatteria da 5V/1.5A, il cavo dati micro USB, una back cover in silicone trasparente, un clip per l’estrazione del carrellino della sim, un manuale d’uso essenziale e la garanzia.

L’Oukitel U16 Max rientra nella categoria dei dispositivi mid-range, consueta ottima qualità costruttiva e solidità Oukitel, sempre ottima in relazione al prezzo e non solo. Ha uno spessore di 9.5mm, non molti se si pensa al corpo in metallo e una batteria da 4000 MaH, che portano il peso finale del prodotto a ben 222 grammi, tanti ma, considerando l'ampia superficie che permette una miglior distribuzione del peso, non si sentono poi più dei tipici 5.5 con corpo in metallo da 190-200 grammi.

La parte frontale presenta i tasti a sfioramento non retroilluminati ma serigrafati,  la fotocamera frontale da 5mpx, i sensori di prossimità e luminosità, il led di notifica, la capsula auricolare. Le cornici nere intorno allo schermo ci sono e si notano se comparate alle ultime uscite, ma è in linea con i prodotti pari prezzo e risultano attenuate nella colorazione nera.  Nella parte posteriore si trovano il sensore di impronte digitali, la fotocamera da 13mpx  con doppio flash led. La parte posteriore non removibile ha una finitura in metallo e le bande superiori in plsstica presentano una gradevole zigrinatura. Sul lato destro i tasti volume e accensione/spegnimento sono incastonati in modo  solido, sul lato sinistro il carrellino per l’estrazione della sim(nano+micro o nano+SD), in basso l’altoparlante e la porta micro-USB.

Essendo le dimensioni molto generose e avendo il retro in metallo, usarlo con una mano è impresa quasi impossibile (per fortuna, se proprio necessario, viene in aiuto la modalità di utilizzo ad una mano, che rimpicciolisce lo schermo e permette di usarlo con una mano), il rischio scivolamento c’è se non si usa la back cover in silicone o una flip cover.

Lo schermo è un'unità IPS JDI da 6 pollici con risoluzione HD e vetro 2.5D che registra  sino a 5 punti touch contemporaneamente. E’ caratterizzato da una più che buona luminosità, buona definizione, buona visibilità sotto la luce solare e buon angolo di visuale nonostante la risoluzione considerata bassa per le dimensioni dello schermo, indice di un pannello di buona qualità. I colori sono ben tarati, purtroppo, se siete amanti di tonalità diverse da quelle pre-impostate in questo caso non troverete l’ormai diffusissima funzione di taratura dei colori Miravision. Il touch è preciso, ha una buona risposta ai comandi e non perde tocchi durante la digitazione veloce degli sms o pinch-in/out.



Software

15yyx3t.jpg

Oukitel U16 Max  arriva con  Android 7 Nougat.
Nell’attuale versione, il sistema è praticamente la solita ROM stock Oukitel, ma introduce alcune novità. Innanzitutto, il sistema a notifiche tipico di Nougat, a due tendine, e il menù widget totalmente rivisto rispetto al passato. Il launcher può essere impostato sia con app drawer che con applicazioni direttamente in home, così da accontentare tutti. Inoltre, con uno swipe in alto su alcune icone (come quella degli sms, ad esempio) permettono un'azione rapida senza aprire l'app (inviare un sms nel caso dell'app appena nominata).

altre aggiunte del produttore riguardano principalmente le gesture, sia a schermo acceso che spento. Si possono configurare modalità di sblocco o gestures da utlizzare per aprire direttamente determinate applicazioni, è anche possibile  sfogliare la galleria passando la mano a destra e sinistra del sensore di prossimità, presenti anche le funzioni smart relative al sensore di impronte digitali, che permettono di usare il sensore per scattare foto, avviare/interrompere la riproduzione musicale e rispondere alle chiamate.

A tal proposito, Il lettore di impronte digitali è abbastanza preciso e mediamente rapido, direi precisione 8 sblocchi su 10.

Presenti anche le float gestures, che con uno swipe permette di attivare una sorta di "ruota su schermo" che permette di compiere gran parte delle operazioni in modo intuitivo direttamente dall'home page.

La radio FM è inclusa, necessiterete delle cuffie auricolari per utilizzarla.

Presenti anche un interessante selettore di temi (4 temi,  al momento altri 15 scaricabili) ed una modalità di risparmio energetico avanzata fornita dal produttore.

Il sistema è fluido e non ho riscontrato crash o blocchi, segno di una buona ottimizzazione del produttore.  

Benchmark

xl02z8.jpg

Il dispositivo monta il SoC Mediatek mt6753 con un clock di 1.3Ghz,  octacore a 64bit che, nonostante i benchmark non stellari, per prodotti di questo prezzo è un processore di buon livello e nell’uso quotidiano si comporta bene e riesce a ben sopportare tutti gli usi tipici, coadiuvato dai 3GB di RAM che riescono a garantire un ottimo multitasking.

Bene il browsing (ancor più con chrome) e le performance generali di sistema. Lo spazio di archiviazione è un punto forte dello smartphone, 32GB espandibili permettono un’ottima versatilità.

Nel gaming siamo esattamente “a metà”: i classici giochi "social" (candy crush et similia) non hanno alcun problema, anche giochi più impegnativi risultano giocabili, gira anche Real Racing 3, seppur con qualche micro-lag nelle situazioni più frenetiche, ma rimane giocabile. I titoli ancora più moderni e frenetici possono avere lag più importanti, l’ MT6753 non è proprio un processore da gaming, ma grazie anche allo schermo "solo HD" che alleggerisce il carico alla GPU, per un gaming di buon livello è in grado di far togliere qualche soddisfazione.

 
Multimedia

L’altoparlante di sistema ha buona potenza in uscita ed una discreta qualità della riproduzione sonora, manca di una perfetta definizione dei bassi, la posizione inferiore dell'altoparlante permette di evitare l'attenuazione sonora. Molto meglio l'audio tramite cuffie, una qualità davvero sorprendente. La capsula audio frontale riproduce in modo chiaro la voce dell’interlocutore ed il microfono fornisce un suono pulito a chi ci ascolta.

La fotocamera monta un sensore AR1335 da 13mpx. Nella media per la fascia di prezzo, si comporta in modo discreto con buona luce, cala quando l’illuminazione è precaria con l’introduzione di maggiore rumore digitale.  Si applica lo stesso discorso per i video, registrabili fino alla risoluzione FullHD.
 
16lfv4o.jpg29wr3vb.jpg2mi4vit.jpg

La fotocamera frontale è una Galaxycore da 5mpx, . Sufficiente per selfie in condizioni di buona luminosità e videochiamate, dimenticate di poter tirar fuori scatti memorabili.


Sensori/connettività

2zsv30p.jpg

questi i sensori rilevati sul dispositivo.
ho provato il GPS per mezza giornata con sygic, è sempre risultato abbastanza preciso (più di molti pari livello con 6753), forse Android 7 ha portato qualche miglioramento in tal senso. Supporta GPS e GLONASS, non si è sganciato durante un tragitto di circa un ora. Per farvi capire le capacità di aggancio ai satelliti, ho incluso uno screen di un fix effettuato addirittura dentro casa, aspetto promosso.
Bluetooth senza problemi, sia con cuffia che con auto.

L'U16 Max è dotato di wifi a/b/g/n ed ha una buona capacità di agganciare e mantenere il segnale, anche se forse è un pizzico sotto come potenza del segnale rispetto ad altri Oukitel come K6000 Pro. Ho provato il test ad una stanza di differenza dal router con una parete molto spessa nel mezzo, perde comunque poco segnale. Copre comunque l’intero appartamento, poco più di 100mq.

Purtroppo non sono coperto dal 4G e non ho potuto testarlo, tuttavia ricezione segnale e navigazione 3G non hanno mostrato alcun problema.

Autonomia


jtxsv5.jpg

I 4000mAh abbinati ad ad una risoluzione non altissima fanno dell'autonomia uno dei punti forti del prodotto, impossibile o quasi scaricarlo in giornata.
Come potete vedere in questo stress test, (mancano dati delle app a causa di Nougat che non da più i valori per le app) il terminale raggiunge sei ore di schermo acceso con luminosità al 60% circa, con 2 ore di youtube, 1 ora e mezza di real racing, wifi sempre attivo, mezz'ora di gps e skype, whatsapp, telegram, gmail. Un altro stress test con connessione dati 3G al posto del wifi (ed agganci vari di celle, essendo in viaggio) ha superato le 5 ore di schermo. La carica purtroppo è lenta, con circa 3 ore e mezza richieste per una carica totale.

Oukitel presenta anche una sua opzione di configurazione del risparmio energetico aggiuntiva, che interviene oltre quella di sistema se lo si ritiene necessario. Può aiutarvi ad ottenere un piccolo extra, qualora aveste difficoltà ad arrivare a fine giornata.

In conlcusione: L'Oukitel U16 Max riprende in toto l'U15 Pro, con in aggiunta una fotocamera frontale migliorata da 5mpx reali e Android 7 Out of the box. E'un prodotto ben bilanciato e dal rapporto qualità-prezzo molto alto, specialmente durante i flash sale che lo vedono in vendita anche a 104-109 euro, ma anche al prezzo di 120 euro circa al quale lo si trova di solito è un ottimo affare.
La costruzione e i materiali sono davvero ottimi, lo schermo ampio è una goduria nell'utilizzo browsing/video, seppur non utilizzabile ad una mano (la modalità ad una mano aiuta solo fino ad un certo punto). Le prestazioni sono in linea con prodotti di questa categoria e il software è ben curato, personalizzabile e ricco di funzioni.  
Il comparto multimediale è forse l'aspetto più anonimo, con audio tramite altoparlante e foto appena sufficienti, ma comunque in linea.
Mi aspettavo che lo schermo HD con queste dimensioni potesse essere un limite non da poco, invece si è rivelato sorprendente, fornisce buoni colori, nitidezza e luminosità, pur notandosi la differenza se si viene da fullHD di buoni qualità.
 Lo consiglio a chi vuole sperimentare un prodotto 6 pollici senza svenarsi oppure a chi cerca un phablet che sia comodo nell'utilizzo web/social, nella lettura e che permetta di vedere video su uno schermo di buona grandezza, magari usando gli auricolari che forniscono davvero un ottimo suono.
Un altro prodotto ragionevole di Oukitel, che ancora una volta cerca la miglior mediazione possibile tra qualità, funzionalità e prezzo e ci riesce.

Maggiori informazioni sul sito del produttore: OUKITEL Smartphone 




#1107217 Oukitel K6000 Plus

Inviato da slime00 in 31 March 2017 - 00:43 AM

Oukitel inizierà i pre-ordini del K6000 Plus la prossima settimana, nel frattempo ha rilasciato un nuovo video in cui evidenzia la rapidità estrema con cui il nuovo K6000 Plus è in grado di ricaricare la sua batteria  da 6080mAh con  l'alimentatore Super Charger 12V / 2A.

unnamed-3.jpg

Secondo quanto dichiarato da Oukitel, l'alimentatore è in grado di di caricare completamente la batteria in soli 100 minuti e, per dimostrare questa capacità, nel video sottostante l’azienda ha fatto scaricare tre K6000 Plus e li ha poi messi a caricare utilizzando tre alimentatori: da 5V / 2A, 9V / 2A e il citato caricatore da 12V / 2A.



Dal video si può vedere come il caricabatteria da 12V / 2A sia il doppio più veloce del caricatore 5V / 2A. Il caricatore 9V / 2A è anch’esso abbastanza veloce, ma non quanto il caricatore da 12V / 2A. Come mostra risultato finale, dopo 1 ora e 39 minuti, il K6000 Plus ricaricato con l’alimentatore da 12V / 2A ha già raggiunto il 100% di autonomia; il K6000 Plus caricato con l’alimentare da 5V / 2A è ancora al 47% mentre quello collegato all’alimentatore 9V / 2A è al 90%.

Oltre alle performance di primo livello in termini di autonomie e ricarica, il K6000 Plus include altre interessanti caratteristiche, come il chip MT6750T Octa-core 1.5Ghz Cortex A53 con 4GB di RAM e 64GB di ROM, memoria espandibile con possibilità di leggere Hard Disk da 2TB e supporto OTG e reverse charge: La fotocamera posteriore è una Omnivision da 16MP con tecnologia PDAF e fotocamera anteriore da 8MP con ottica grandangolare, senza nessuna interpolazione, schermo da 5,5 pollici con display FHD AUO e cover posteriore in alluminio. Il lettore di impronte digitali è frontale, utilizzabile anche come tasto home.  

L’Oukitel K6000 Plus è già  sul ufficiale di Oukitel e la prevendita inizierà mercoledì 5 Aprile, durante la quale sarà possibile acquistare il terminale al prezzo di 179.99$ (170 euro circa) e successivamente passerà al prezzo normale di 209.99$ (200 euro circa).

pagina ufficiale del prodotto: http://www.oukitel.c...00-plus-66.html




#1095403 Oukitel K6000 Plus

Inviato da slime00 in 16 March 2017 - 04:22 AM

Abbiamo visto in anteprima Oukitel K6000 Plus al MWC 2017 di Barcellona e, in attesa del suo lancio commerciale programmato per la fine di marzo, abbiamo imparato a conoscerlo meglio grazie ad alcuni dettagli diffusi dalla stessa azienda cinese. Così, abbiamo scoperto che sarà dotato di un SoC MediaTek MT6750 da 1.3GHz, di un lettore di impronte digitali e di una batteria da 6080 mAh con alimentatore da 12V/2A per una ricarica del 100% in 100 minuti, con sistema operativo Android 7.0 Nougat a gestire il tutto. Per queste (ed altre) caratteristiche ha meritato l'appellativo di "the conqueror".

OUKITEL-K6000-Plus-1.jpg

Ma oggi possiamo aggiungere altri dettagli "ufficiali" alla sua scheda tecnica, confermando ancora una volta che il prossimo battery-phone di Oukitel alzerà l'asticella. L'azienda cinese ha confermato la presenza di una fotocamera principale da 16 megapixel effettivi (non interpolati, quindi) grazie ad un sensore OmniVision 16880, dotato tra l'altro di un autofocus PDAF, mentre frontalmente sull'ampio schermo AUO da 5.5 pollici Full HD (1920 x 1080 pixel) prenderà posto un sensore da 8 megapixel effettivi con grandangolo da 80° per selfie di gruppo perfetti.
Rispetto all'Oukitel K6000 Pro, Oukitel K6000 Plus è più leggero ed ha un design più gradevole e compatto, grazie anche ad un telaio in alluminio con taglio CNC particolarmente preciso e delicato.

C'è anche un'altra buona notizia ed è relativa al corredo di sensori integrati: per la prima volta in uno smartphone dell'azienda, Oukitel K6000 Plus sarà provvisto di un giroscopio. Anche se qualcuno potrebbe considerarla una caratteristica secondaria, la presenza di questo sensore renderà più piacevole e appagante l'esperienza di gioco, applicazioni di realtà virtuale e l'utilizzo della bussola.

L'appuntamento è quindi fissato per la fine di questo mese, ma siamo certi che nelle prossime due settimane scopriremo qualcosa in più sul suo equipaggiamento hardware.